PartannaLive.it


L’assessore Teri anima i partannesi su Facebook

L’assessore Teri anima i partannesi su Facebook
31 luglio
15:35 2012

E’ il post dell’assessore Rosalia Teri, quello che da giorni su facebook nel gruppo “Partanna quantu ti vogghiu beni e quantu ti trattu mali” sta suscitando numerose polemiche e foggiando ampi dibattiti. Il neo-assessore, nella sua vasta analisi in merito alla ricorrenza sul ventennale della morte di Rita Atria, critica fortemente i partannesi, sottolineando con un bel “pi la serie quantu minni futtu”, la scarsa partecipazione dei propri concittadini ad un evento così importante.

L’assessore Teri nel suo post su facebook parla di scarso senzo civico, di scarsa legalità, di incapacità di saper prendere posizioni nella vita sociale.  E saranno state proprio queste parole a scatenare nel gruppo una serie di commenti e dibattiti pro e contro il neo-assessore. C’è chi apprezza fortemente le parole della Teri, chi si sente fortemente offeso e chiede le scuse immediate, chi chiede le dirette dimissioni . Di certo c’è che all’interno del gruppo si è creato un clima non molto sereno  , tanto chè l’assessore Termini l’ha definito un tritacarne comunicativo, e sarebbe opportuno placare i toni e gli animi, cercando di cogliere gli aspetti positivi e costruttivi del comunicato.

Di seguito il post dell’assessore Teri pubblicato su facebook

Dopo ieri sera, ventennale della morte della nostra concittadina Rita Atria, credo che possiate aggiungere un nuovo titolo al gruppo: “…e quanto minni futtu!!!”. Naturalmente questo per i più perbenisti ed eloquenti oratori del gruppo potrebbe sembrare una frase quasi oscena. In realtà negli abbondanti simbolismi e connotati della lingua siciliana l’unica espressione degna di rappresentare i partannesi è proprio questa!!! Ieri pomeriggio e ieri sera mi sono VERGOGNATA di essere una vostra rappresentate e amministratrice, dopo aver visto ad un intero corteo, animato da giovani provenienti da tutta la Sicilia (Associazione Libera, Associazione Peppino Impastato, Gruppo Addio Pizzo, ecc…), organizzato in memoria della nostra concittadina, vittima di mafia, testimone di giustizia, simbolo di legalità, in una sola parola RITA ATRIA, si e no 10 PARTANNESI!! Siamo tutti bravi a parlare, a lamentarci, a contestare, a giudicare, a puntare il dito contro chi ci amministra, in realtà chi ci amministra e chi ci amministrerà non è e non sarà altro che lo specchio di quello che siamo NOI PARTANNESI!!! E di quello che MERITIAMO!!! Dove eravate ieri mentre don Ciotti gridava il nome di Rita Atria??? Dove eravate ieri mentre Piera Aiello singhiozzando, diceva che lei era rimasta sempre quella bambina che a 24 anni con una figlia scappò dalla Sicilia, urlando ”io sono una partannese con bisogno di giustizia, aiuto e verità?? Dove eravate???
Fregandomene ampiamente del vostro consenso (in quanto non mi importa far politica!!!), dopo un mese di attiva vita amministrativa ho capito alcune cose di Partanna e dei partannesi: 1 in questo paese poche sono le persone dotate di senso civico ieri ne ho avuto la conferma (http://www.orientamento.it/orientamento/6r.htm). 2 In questo paese poche sono le persone che farebbero di tutto per miglioralo (indipendentemente da colore politico, appartenenza a partiti, ecc… ecc…) non mi voglio ripetere ma “un cinni frega nenti a nuddu!!!”. 3 Poche sono le persone che sanno cos’è la legalità, il diritto ad un lavoro, ad una casa, ecc… ecc…, si vive nell’omertà (paura di prendere una posizione nella vita sociale!!), nell’ipocrisia e falsità… dove a far da cornice è il bigottismo e il perbenismo borghese. 4. in questo paese l’unica cosa che conta è fari scrusciu, curtigghiu e lamentu!!! La NOSTRA CITTà (per quelli a cui questo concetto fosse sfuggito: Partanna è prima dei cittadini e poi di chi l’amministra!!!) vive in uno stato di abbandono totale e questo veramente non interessa a nessuno, siamo bravi solo a lamentarci con l’amministrazione… in questi anni ho visto rarissime volte gruppi di volontari che spontaneamente si sbracciassero per migliorarlo… e allora vi chiedo: Cosa pretendete?! Con quale faccia soprattutto!? Noi partannessi siamo i primi che buttiamo la spazzatura per strada, siamo i primi a non fare la raccolta differenziata, siamo i primi ad abbandonare i cani (quelli sono i randagi…sono dei cani abbandonati da noi!!!), siamo i primi che ignoriamo la nostra storia, le nostre radici, siamo i primi che non abbiamo il rispetto per il prossimo, che non ci poniamo il problema di chi ogni mese prova a“sopravvivere”, di chi ha dei problemi di disabilità, noi partannessi siamo quelli che beneficium accipere, libertatem est vendere (Accettare un beneficio equivale a vendere la libertà!!! (Publio Siro).
Ho messo la mia nomina nelle vostre mani, vi ho detto progettiamo insieme, ho lavorato per voi per portare a frutto le nostre idee (che verranno realizzate… ieri mattina abbiamo stilato il programma della voluta, non voluta, parzialmente voluta, contestata, gradita, ecc… ecc… ecc… estate partannese !!!) …ed oggi con tanta amarezza mi domando: “Ne vale la pena?”. Dopo oggi, credo che lascerò questo gruppo, le lamentele pretestuose di machiavellici fittizi politici e politicanti mi fanno solo perdere tempo, chi vorrà veramente collaborare con me per provare a cambiare qualcosa… può cercarmi sul gruppo Le politiche giovanili ed i giovani di Partanna… o può trovarmi al comune o chiamarmi!!! Però ricordate solo due cose: IL RISPETTO PER L’AMBIENTE E LA LEGALITÀ SONO LE RISORSE DEL DOMANI PER LA COSTRUZIONE DI UNA NUOVA FELICITà E PER UNA NUOVA ECONOMIA.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Banner

Seguici su Facebook

Banner

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE