PartannaLive.it


Vita, Festa della Madonna di Tagliavia: tradizione e dettagli

Vita, Festa della Madonna di Tagliavia: tradizione e dettagli
27 maggio
21:58 2017

VITA. Si svolgerà domani, domenica 28 maggio, l’attesissima festa della Madonna del Rosario, meglio conosciuta come Madonna di Tagliavia.

Un misto di religione, folklore e tradizione caratterizzano nel giorno dell’ascensione il piccolo centro di Vita, che da mesi si prepara alla festa più “sentita” dell’anno. Una manifestazione che coinvolge l’intera comunità e che rende la città meta di turisti provenienti da tutta la Sicilia.

La manifestazione che si è arricchita di numerosi appuntamenti settimanali, prevede alla mezzanotte di oggi la celebrazione eucaristica che da il via ufficialmente alla “Festa”.

All’alba, della domenica, come da tradizione avverrà lo sparo dei mortaretti e lo scampanio dei bronzi, a cui seguirà alle 8:30 la benedizione degli animali in piazza Pirandello. La benedizione religiosa dei cavalli e dei buoi, protagonisti anch’essi della festa, risale ad un’antica tradizione che vedeva i vitesi, il giorno dell’ascensione di Cristo, recarsi, in una vera e propria transumanza, nella cittadina di Corleone. Lì, al santuario della Madonna del Rosario, gli animali “agricoli”, da soma, venivano benedetti. La festa religioso-folcloristica, nata in città dopo l’innalzamento di una Cappella e della Chiesa poi, è organizzata dai vari “Ceti” del paese: ceto Pecorai, ceto Cavallari, ceto Viticoltori, ceto Burgisi, il ceto Massari e dal Comitato festeggiamenti.

La giornata prevede alle ore 10 la sfilata della banda musicale per le vie del paese; alle 11 la Solenne messa;

Alle 15,30, innanzi la Chiesa, dopo la benedizione dei Carri che quest’anno saranno quattro, i ceti e il gruppo folkloristico “Sicilia Bedda” sfileranno per le vie del paese con le loro cavalcature, carri e carretti addobbati per il tradizionale omaggio offerto a Maria SS. Di Tagliavia.

La sfilata vedrà uno dietro l’altro: i Ceti pecorai in sella ai muli; i Cavallari su cavalli e carretti lanceranno alla folla nocciole, arachidi e caramelle e confetti; il Carro dei Viticultori e Olivicultori i quali lanceranno bottigliette di vino e sacchetti di olive; il Carro dei Burgisi che tirerà sacchettini di noccioline e caramelle; il gruppo folcloristico Sicilia bedda; il Carro dei Comitato Maria Ss di Taglivia e il Carro dei Massari, trainati entrambi da mastodontici buoi, omaggeranno la folla con il cosiddetto “cucciddato”, il pane votivo simbolo della festa, con intarsi, realizzati a mano che richiamano il solco dell’aratro sui campi. Momento saliente della sfilata è l’acchianata dei buoi lungo una la ripida salita di via Valle del Belice.
I bambini prenderanno parte alla festa sui tipici carretti siciliani e altri carri minori.

 Al completamento del percorso, arrivati alle porte della Chiesa,  a sera, si snoderà la processione, momento culminante della festa che vedrà i devoti in corteo con l’antico simulacro in legno della Madonna di Tagliava.

La festa si chiude alle 24, 00 con i giochi pirotecnici.

Durante la giornata sarà possibile visitare mostre ed esposizioni. Per info Pro Loco Vitese 0924 953049, 3711367666

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Banner

Seguici su Facebook

Banner

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE