Marcianò, era indagato per traffico d’immigrati clandestini e contrabbando di tabacchi

Proseguono a tutto campo le indagini sul delitto di Giuseppe Marcianò.  Oggi, intanto, è stato celebrato il funerale nella piccola chiesetta del cimitero di Mazara. Pochi intimi, coloro che hanno partecipato alle esequie considerato anche il decreto di inibizione firmato dal questore di Trapani, Maurizio Agricola, per motivi di ordine pubblico. Per risalire al movente e agli autori dell’omicidio, gli inquirenti stanno mettendo in atto una serie di perquisizioni e interrogatori tra i parenti della vittima. Perquisita anche la casa dell’uomo in contrada Bosco vecchio, a poca distanza dal luogo dell’omicidio. Non si esclude nessuna ipotesi. Come meglio specificano anche alcune testate regionali Marcianò era coinvolto in una operazione di traffico internazionale di clandestini e contrabbando di tabacchi.

Commenta qui: