PartannaLive.it


Salemi, il valore sociale del teatro. Al via la rassegna “Carminalia”

Salemi, il valore sociale del teatro. Al via la rassegna “Carminalia”
27 luglio
13:01 2017

SALEMI. Dal 27 Luglio al 3 Settembre, viene riscoperto il valore sociale del teatro!

Dopo il successo degli ultimi due anni delle rappresentazioni teatrali itineranti nei luoghi più belli del nostro territorio, l’associazione “Peppino Impastato” propone una nuova rassegna con sei imperdibili appuntamenti, contraddistinti ancora una volta da tematiche dai forti connotati sociali e civili.

Da oggi, al teatro del Carmine nato sui resti dell’antica omonima chiesa, prende il via “Carminalia”, dove “Ciò che c’è non è tutto!” sottolinea l’associazione.

“Quest’idea unisce tutte e tutti noi dell’Associazione  che due anni fa abbiamo dato vita a “Notti di prosa”, una . In un mondo che più che mai ha bisogno di tornare alla semplicità e alla leggerezza noi da qualche tempo abbiamo deciso di incamminarci in questo metaforico viaggio culturale insieme a due guide d’eccezione: il teatro e la narrazione. “CARMINALIA” è il titolo che abbiamo scelto quest’anno per continuare questa avventura. Il titolo richiama da un lato  il nome del teatro di Salemi, troppo spesso ignorato e che quest’anno sarà il centro di quasi tutti gli spettacoli. Dall’altro racchiude il proposito di riscoprire, insieme a chi deciderà di esserci, l’antico valore sociale, pedagogico e unificante del teatro. Riconosciamo nel teatro la capacità di suscitare l’alba, il chiarore mattiniero della ragione, a noi non resta che sederci davanti al palco, abbassare le stecche delle persiane e lasciare che il mattino abbia inizio…

La rassegna è organizzata dall’associazione “Peppino Impastato” in collaborazione con la Pro loco vitese e il patrocinio del Comune di Salemi. Gli spettacoli andranno in scena a Salemi al teatro del Carmine tranne “Stupidorisiko” che il 9 agosto sarà rappresentato nella Piazza Peppino Impastato.

Sotto l’elenco degli spettacoli e la trama

OUMINICCH 27 luglio:
Di Rosario Palazzolo con Rosario Palazzolo e Salvatore Nocera.
Due “ominicchi”, dinanzi ad una bara vuota e una porta chiusa, svolgono un rituale di morte voluto da una misteriosa entità (ma qui la mafia proprio non c’entra): una sorta di roulette russa piena di inciampi, di colori pop, di santi travestiti da supereroi, incerti se occorra un miracolo o una peripezia. È un testo ironico e cattivissimo, una storia che diventa metafora di un luogo, il nostro, che ha smesso di appartenerci.

OLTRE I 100 PASSI (terza edizione) 8 e 9 agosto:
Immagini, parole e suoni! Due giorni che prevedono l’esecuzione di murales, presentazioni di libri, narrazioni, letture, musica e molto altro. L’evento si terrà a Salemi nello spazione antistante l’ex cinema Italia che il 9 agosto sarà intitolato a Peppino Impastato. Presto troverete il programma dettagliato sulla nostra pagina Facebook.

STUPIDORISIKO 9 agosto (Spettacolo organizzato da Emergency):
Di Padrizia Pasqui con Mario Spallino.
È possibile raccontare una geografia di guerra? Può la geografia essere la causa di una guerra? Guernica è solo il titolo di un quadro? Può una nazione civilizzata essere capace di un olocausto? Può una guerra collegare Sud America, Africa e Sud Est Asiatico? Cosa nascondeva un muro che ha diviso l’Europa per quarantacinque anni? Può esistere un marine che parla toscano? E il cinema, che c’entra con tutto questo?

MARI 17 agosto:
Accade che l’uomo e la donna si parlano. E’ proprio per scoprire di quale materia siamo fatti che l’uomo invita la compagna a toccare il mare, quell’acqua scura che fa orrore. E quando la donna, arrivata là apparentemente per caso, comincia ad avvicinarsi all’uomo che ama, ed ecco che i due sciolgono finalmente i nodi che nessuna lingua potrà mai sciogliere, in parole che nessun suono potrà mai restituirci.

FEDRO 23 agosto:
Di e con Sofia Muscato.
Forse è che l’amore, quello vero, quello che porta alla conquista dell’anima gemella, deve andare oltre istinti ed emozioni. Come si può fare tutto ciò? Platone lo ha specificato 2000 anni fa e Sofia Muscato ne ha fatto una trasposizione comica in rima e in siciliano. Ridere è un altro modo di amare e allora, non c’è modo migliore di capire l’amore, ridendo.

MALAGRAZIA (terzo approdo) 3 settembre:
Drammaturgia di Michelangelo Zeno, regia di Giuseppe Isgró con Dario Muratore e Giuseppe Isgrò. Phoebe Zeitgeist.
La grazia che santifica, la grazia che libera, la grazia che uccide. Due fratellini orfani alle prese con le paure dell’infanzia, il desiderio di diventare grandi e la solitudine del volo. Il desiderio di un’identità. L’oblio delle scelte fatali. Questo è il luogo dove si sviluppa Malagrazia, il nuovo lavoro di Phoebe Zeitgeist che mette in scena la vertigine emotiva di un’umanità dilaniata dalla paura di restare sola con sé stessa.

I posti in teatro sono limitati, vi invitiamo a sostenere e facilitare l’organizzazione della rassegna contattandoci, daremo priorità di ingresso a chi si prenoterà fino ad esaurimento posti.

Per ogni info su costi degli spettacoli e abbonamenti è possibile contattare il numero 320.53.48.611
Email: ass.peppinoimpastatosalemi@gmail.com
Facebook: https://www.facebook.com/ass.peppino.impastato/

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Banner

Seguici su Facebook

Banner

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE