PartannaLive.it


Mezzi dei Vigili del fuoco fuori uso: Salemi fermo da una settimana

Mezzi dei Vigili del fuoco fuori uso: Salemi fermo da una settimana
05 settembre
18:20 2017

Il mezzo antincendio del distaccamento dei Vigili del fuoco di Salemi è in officina. Da una settimana, i volontari sono di riposo obbligato a causa della mancanza dell’Aps 190, ossia dell’autopompa. E così, ad intervenire sul territorio di Salemi e città limitrofe sono i colleghi di Castelvetrano o Alcamo in base ovviamente alla priorità delle operazioni. I vigili del fuoco della provincia, già pochi numericamente, sono costretti a sobbalzare da un territorio all’altro, auspicando che durante il tragitto, l’incendio segnalato (boschivo o domestico) non peggiori o mieta vittime.

Quest’anno sono numerosissime le zone su cui è stato ignobilmente appiccato il fuoco e benché siamo a settembre, basta una giornata di scirocco affinché gli incendiari, diano sfogo ai loro irrefrenabili e malati istinti . Non è raro infatti che in un paese si sviluppino le fiamme  in più posti contemporaneamente.

Una situazione non felice e  sempre più difficile da fronteggiare. A Salemi, la causa dello stallo, è da ravvisarsi nella fatiscenza dell’autopompa serbatoio, vecchia di 30 anni. Ma non è il solo mezzo  ad essere avanti negli anni e non è il solo mezzo a trovarsi nell’officina convenzionata. I mezzi, appartenenti a vari distaccamenti in provincia, e che hanno bisogno di riparazioni sono circa una decina. Il Ministero dell’Interno annualmente salda il conto ma i pezzo di ricambi utili alla loro rimessa in funzione arrivano in ritardo. Motivo? La ditta in questione in questo periodo è in ferie. Ovviamente è paradossale! 

Ovviamente la stessa si occupa di smerciare pezzi di ricambio non solo per i mezzi dei vigili del fuoco ma di tanti altri mezzi di trasporto. Intanto i mezzi in uso, a volte 24 su 24, e che spesso si trovano su strade sterrate o malconce, difficilmente arrivano a settembre in buone condizioni. Ecco dunque il verificarsi della paralisi. 

Ma c’è da soffermarsi anche su un altro aspetto. Da anni oramai i mezzi di qualsiasi corpo, che sia forestale, dei vigili del fuoco, della Polizia o di forze armate non sono più ricoverati dentro i garage. È cosi che all’usura del tempo e dell’uso si aggiunge quella dei fenomeni meteorologici, soprattutto delle intemperie invernali. Finita la campagna antincendi i mezzi vengono tralasciati nel parcheggio e non viene più effettuata alcuna manutenzione fino alla prossima fervida stagione…

Quello che dovrebbe essere un risparmio di risorse a livello regionale e a livello nazionale, non affittando i garage ( o costruendo tettoie) e non comprando nuovi mezzi diventa quindi una spesa eccezionale e improrogabile. Ci si chiede: davvero non si riescono a trovare le risorse per evitare ulteriori gravi danni al territorio e ai cittadini siciliani?

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Banner

Seguici su Facebook

Banner

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE