ASP: presentato progetto per disabilità migranti

SIRACUSA. Il progetto SILVER, dedicato alle vulnerabilità psicologiche dei migranti, di cui è capofila l’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, è stato presentato venerdì scorso  al Primo vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans (a sinistra nella foto) nel corso di un incontro in piazza Duomo a Siracusa sul futuro dell’Europa e sui temi della crisi migratoria.

Cittadini, operatori e istituzioni si sono confrontati direttamente con il vicepresidente, che è “Commissario europeo per le relazioni interistituzionali, la giustizia, i diritti fondamentali e la cittadinanza”, sui progressi registrati, i problemi irrisolti, gli sviluppi positivi e le nuove sfide per l’Europa.

A illustrare il progetto prima Marta Ferrantelli, responsabile di Europe Direct Trapani,  e successivamente Antonio Sparaco (a destra nella foto),  responsabile del progetto Silver e dirigente dell’Unità operativa Tutela della Salute dei Migranti dell’ASP alla presenza anche del rappresentante della Commissione Europea in Italia Beatrice Covassi.

Nell’occasione è stato confermato che il progetto Silver rappresenta una delle migliori “best practice”  in Europa per l’assistenza psico-socio-sanitaria dei migranti, soprattutto per le soluzioni innovative, la modalità operativa pubblico/privato e  la sostenibilità futura delle attività.  Sono 200 gli operatori coinvolti nel progetto Silver, tra pubblico e privato, mentre sono 16 gli ambulatori in tutta la Sicilia, di cui due a Trapani, che si occupano, all’interno del progetto, dell’assistenza pscicosociosanitaria e dell’inserimento dei migranti, adulti e minori.

Lo stesso Timmermans si è congratulato con Sparaco per l’ottimo lavoro che l’ASP di Trapani sta facendo in favore delle popolazioni migranti,  dimostrandosi interessato a  essere progressivamente informato sui vari step delle azioni progettuali.

Comunicato stampa

ASP Trapani

Commenta qui: