L’ASP di Trapani ospita Hack.Developers 2017

TRAPANI. Il 7 e l’8 ottobre 2017, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani ospiterà “Cambia la PA, riavvia il sistema operativo del Paese”, il più grande hackathon italiano organizzato dal Team per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, che coinvolgerà 25 città  e circa 80 community tech e di sviluppatori su tutto il territorio nazionale.

L’ hackathon, il più grande evento italiano per esperti di informatica, sbarca così a Trapani grazie alla collaborazione del Collegio dei Tecnici sanitari di Radiologia medica, di Olomedia srl, del gruppo GPI, della scuola d’inglese Quagi Language Centre, di Punto Radio (Linkem), del Lions Club di Trapani e di Gaspare Pinco Assistenza Informatica, ospitato da uno dei pochi host istituzionali dell’evento.

Lo scopo della sfidaspiega Maurizio Bruno , responsabile dell’indformatizzazione dell’ASP è riunire, in una full immersion di 48 ore, centinaia di sviluppatori software, ingegneri informatici, esperti di sicurezza informatica e studenti universitari per rispondere alle necessità che il processo di digitalizzazione della Pubblica Amministrazione italiana ci sta chiedendo di affrontare: riavviare il sistema operativo del Paese.

Sul sito hack.developers.italia.it è possibile registrarsi per tutte le sedi dell’evento, e quindi anche per i developer di Trapani, che si ritroveranno presso l’Hotel Tirreno a Pizzolungo, scelto come location, domani e sabato per concorrere alla maratona di codice. Le iscrizioni già effettuate per la sede di Trapani sono oltre 150.

L’evento, organizzato in – in collaborazione con Codemotion e con il supporto di Cisco, DXC, IBM, Intesa Sanpaolo, Microsoft, Oracle, Red Hat, e TIM –  si svolgerà contemporaneamente in 25 città: Ancona, Bari, Cagliari, Camerino, Catania, Cosenza, Firenze, Genova, Isernia, L’Aquila, Lecce, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Pisa, Reggio Emilia, Rimini, Roma, Salerno, Torino, Trapani, Trento, Venezia e infine San Francisco (California, USA).

Le sfide saranno strettamente legate ai singoli progetti e tecnologie su cui si sta concentrando il lavoro del Team della presidenza del Consiglio. I progetti sono ospitati nella piattaforma Developers.Italia, la community open-source per gli sviluppatori della Pubblica Amministrazione. Durante un code sprint gli sviluppatori sono chiamati a dare il proprio contributo sui singoli progetti. Le challenge saranno numerose e di diversa difficoltà: dalla risoluzione di un piccolo bug grafico in un portale pubblico, alla creazione di complesse funzionalità già previste nella roadmap dei singoli progetti, oppure ancora la prototipazione di nuove componenti da creare da zero.

Sarano inoltre proposte sfide di risonanza locale, per consentire a TUTTI gli sviluppatori di partecipare all’evento.

I progetti come SPID – Sistema Pubblico di Identità Digitale, ANPR – Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, DAF – Data & Analitycs Framework, DAF – Dataportal, DAT – Dati Pubblici (nuovo Dati Gov.it), Security, Design sono alla base delle challenge dell’evento.

Il codice che sarà realizzato durante l’hackathon dovrà essere rilasciato con licenza open source, in modo che sia disponibile a tutta la comunità. Ciò che verrà realizzato aiuterà la Pubblica amministrazione a integrare in modo più efficiente le tecnologie necessarie alla digitalizzazione dell’Italia.

Comunicato stampa

ASP Trapani

Commenta qui: