PartannaLive.it


Salemi, ordine di carcerazione per un 54enne: pena residua di 2 anni e 4 mesi

Salemi, ordine di carcerazione per un 54enne: pena residua di 2 anni e 4 mesi
04 ottobre
10:24 2017

SALEMI. Nel territorio di Salemi, nella serata del 03 ottobre, i Carabinieri della locale Stazione, guidati dal Maresciallo Capo Salvaggio, hanno dato esecuzione ad un provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica di Marsala-Ufficio Esecuzioni penali, il quale disponeva l’arresto e la traduzione in carcere di F. P. , salemitano 54enne. L’arrestato dovrà scontare la pena residua della reclusione in carcere di due anni e cinque mesi per il reato previsto dall’articolo 73 del testo unico sugli stupefacenti di detenzione illecita di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, fatti commessi negli anni 2013 e 2014 con più condotte del medesimo disegno delittuoso nel territorio salemitano.

Le accuse riguardano per l’appunto detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti in concorso (art. 110 c.p. e artt. 73 c. 1 e 4 D.P.R. 309/90), e riguarderebbero fatti occorsi nei mesi di settembre 2013 – febbraio 2014 nelle città di Salemi, Castelvetrano, Mazara del Vallo, Gibellina e frazione Mazara Due.

L’indagine, risalente alla fine dell’estate 2013, ha permesso di individuare una parte rilevante di quel business criminale consistente nell’acquisto all’ingrosso e successiva vendita al dettaglio di marijuana nella città di Salemi e più specificatamente nel quartiere denominato “Mercato coperto”.

L’attività di indagine, effettuata a mezzo di intercettazioni telefoniche, ambientali e video sorveglianza, nonché di servizi di osservazione e di pedinamento, ha permesso di ricostruire non solo le dinamiche di approvvigionamento della sostanza del gruppo criminale, ma anche di individuarne i singoli appartenenti con i rispettivi ruoli e responsabili.

Il principale indagato, F.P., già tratto in arresto nel corso delle attività, era solito nascondere la sostanza stupefacente all’interno di secchi in plastica.

Le risultanze hanno consentito, inoltre, di appurare che gli indagati, approfittando della scarsa illuminazione del quartiere popolare Mercato coperto di Salemi ed a volte di sentinelle appostate per l’individuazione di autovetture delle forze dell’ordine, sono riusciti nel tempo a stabilire un vero e proprio monopolio del commercio della sostanza stupefacente tipo “marijuana”, trasformando il quartiere “mercato coperto” di Salemi in un mercato fornitissimo e al contempo riservato.

Gli indagati, mediante l’ausilio di intermediari, consegnavano le dosi di stupefacente direttamente dalla propria abitazione, limitando al minimo il rischio di essere sorpresi dalle forze dell’ordine.

I militari dell’aliquota radiomobile, invece, hanno proceduto allo svolgimento di diversi posti di controllo sulle vie di comunicazione principali, identificando 60 persone a bordo di 40 veicoli, elevando svariate contravvenzioni al Codice della Strada. Il servizio coordinato, che ha avuto riscontri positivi in termine di controlli sul territorio, verrà ripetuto nelle prossime settimane, al fine incrementare ulteriormente il lavoro svolto dalle pattuglie dell’Arma dei Carabinieri in servizio giornaliero contrastando al meglio chi commette reati contro la persona e il patrimonio sulla pubblica via (scippi, borseggi, rapine e furti).

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Banner

Seguici su Facebook

Banner

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE