PartannaLive.it


Diocesi in Festa: Sette Laici riceveranno il lettorato e l’accolitato

Diocesi in Festa: Sette Laici riceveranno il lettorato e l’accolitato
03 dicembre
14:46 2017

Oggi, con inizio alle ore 18,30, nella Cattedrale di Mazara del Vallo il Vescovo presiederà la celebrazione eucaristica, durante la quale sette laici che stanno seguendo gli studi in Seminario, riceveranno i ministeri istituiti del Lettorato e dell’Accolitato. Alessandro Pulizzi, Francesco De Vita, Antonio Ferro, Antonino Bertolino e Giulio Sirtori riceveranno il Lettorato, mentre Rosario Ferracane e Pietro Fiorentino l’Accolitato. «Un campo estivo ad Assisi ha cambiato la mia vita – ha raccontato a Condividere Francesco De Vita – da quel momento ho iniziato a interrogarmi sulla finalità della mia esistenza e sul mio rapporto con Dio». «Con la presenza di Dio io e mia moglie abbiamo sempre cercato di vedere in ogni piccola o grande situazione della nostra vita quotidiana la presenza di Lui che ci sostiene e ci conduce per mano» è la testimonianza del medico Antonio Ferro. «Ho compreso che la logica di Dio è completamente diversa dalla nostra – è il racconto di Giulio Sirtori – è la logica di Colui che preferisce amare in perdita, anziché imporsi con la forza. Così, quando ho sentito parlare del diaconato, non ho scartato l’idea di saperne di più». Per Pietro Fiorentino, che insieme a Rosario Ferracane riceverà l’Accolitato (questo ministero, nel suo concreto esercizio, è destinato a mettere in risalto l’intimo legame che esiste tra la liturgia e la carità), l’accostamento alla Chiesa è arrivato in età avanzata: «All’età di 10 anni abbandonai la scuola per andare in mare, vivevo in mare 25/30 giorni e pochi giorni a terra. Fino all’età di 45 anni non conoscevo la Chiesa. La chiamata del Signore può arrivare, però, in tanti modi. A me è arrivata per mezzo della sofferenza». È ancora Fiorentino: «Ho iniziato come ministro straordinario della comunione a Santa Maria di Gesù a Mazara del Vallo. Nella mia parrocchia non dicevo mai “no”. Nella mia vita ho avuto tanti ruoli: il mozzo, il marinaio, il capopesca, il capitano, l’armatore, l’amministratore, il consigliere comunale, l’assessore. Ma la cosa che mi gratifica di più è portare la comunione agli ammalati e a persone che non possono andare a messa: cosa che faccio già da 25 anni».

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Banner

Seguici su Facebook

Banner

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE