PartannaLive.it


Il sindaco Castiglione interviene sul mancato espletamento del servizio di raccolta rifiuti a causa della momentanea chiusura della discarica

Il sindaco Castiglione interviene sul mancato espletamento del servizio di raccolta rifiuti a causa della momentanea chiusura della discarica
03 dicembre
14:29 2017

«Bisogna incrementare le percentuali di differenziata. Se per le strade c’è ancora tutta questa spazzatura, è perché tanti cittadini si rifiutano di collaborare»

«Nonostante gli sforzi profusi, la programmazione, gli interventi straordinari e le attività di monitoraggio effettuati dalla nostra Amministrazione, con l’impegno costante dell’Ufficio Ambiente, al fine di garantire una città pulita, oggi, purtroppo, anche il nostro Comune si è ritrovato con la spazzatura per le strade. Sebbene La Regione, ieri pomeriggio, abbia firmato una nuova proroga, oggi non è stato infatti possibile conferire i rifiuti nella discarica di Trapani, poiché l’impianto è saturo e necessita di interventi di manutenzione. In base alle notizie che ci pervengono, la situazione dovrebbe tornare nella normalità a inizio della prossima settimana. Nel frattempo, per qualche giorno saremo costretti a convivere con questa criticità. Lo scenario che si presenta oggi a Campobello serve a far prendere coscienza di quanto ancora siano pochi i cittadini che fanno la differenziata. Al di là del momentaneo disservizio dovuto alla chiusura della discarica, oggi si registra anche l’eccessivo disinteresse di molti concittadini che non hanno a cuore la nostra città: la quantità di RSU presente sulle nostre strade infatti sarebbe stata di gran lunga inferiore se tutti avessero fatto con scrupolo e coscienza la differenziata.

Se infatti, c’è una parte di Campobello che si è subito dimostrata sensibile alla problematica, rispondendo tempestivamente all’ordinanza sindacale e collaborando per una corretta differenziazione dei rifiuti, di contro, la maggior parte dei campobellesi, ancora oggi, nonostante i ripetuti appelli del Sindaco, si rifiuta di collaborare, non comprendendo evidentemente che le discariche sono ormai sature e che l’unico modo per non vedere più le strade ricolme di spazzatura è differenziare. Differenziare a Campobello non è una scelta, ma un obbligo di legge. Purtroppo a tutt’oggi la percentuale di differenziata raggiunta dal nostro Comune in 8 mesi dall’inizio del servizio di raccolta differenziata si attesta ancora solo intorno al 26 percento. Ciò vuol dire che si produce ancora un’eccessiva quantità di RSU e che, peraltro, a causa di tutti quei cittadini che si rifiutano di collaborare, il nostro Comune rischia di essere soggetto a sanzioni da parte della stessa Regione. Laddove continueremo a riscontrare mancanza di sensibilità e di collaborazione da parte dei cittadini, saremo nostro malgrado costretti a intervenire con le sanzioni. Dunque, non posso che lanciare un nuovo appello a tutti i campobellesi: DIFFERENZIAMOCI». È quanto dichiara il sindaco Giuseppe Castiglione, intervenendo sul mancato espletamento del servizio di raccolta dei rifiuti che da oggi purtroppo interessa anche Campobello a causa della momentanea chiusura della discarica di Trapani.

Il Portavoce

Antonella Bonsignore

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Banner

Seguici su Facebook

Banner

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE