PartannaLive.it


Salvalarte Belice 2014, lettera al presidente Napolitano

Salvalarte Belice 2014, lettera al presidente Napolitano
07 giugno
12:38 2014
giorgio-napolitano_1258

Il presidente della Repubblica Giorgio Naplitano

Riceviamo e pubblichiamo una lettera inviata da Legambiente Sicilia al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano:

Onorevole Presidente,

mi rivolgo a Lei perché conosce e riconosce l’importanza della Fondazione Orestiadi. Il 23 maggio del 2009 ebbe modo entrare in contatto con  quella realtà con la sua visita a Gibellina.

Conosce bene il prezioso lavoro che negli anni ha svolto il senatore Ludovico Corrao, Suo grande amico.

Oggi tutto questo rischia di essere cancellato

A causa dei tagli indiscriminati e insensati fatti nel bilancio della Regione, la Fondazione, dopo che anno dopo anno ha visto il proprio contributo ridursi sempre di più, da adesso non avrà alcuno sostegno e finanziamento. Questo porterà inevitabilmente alla sua crisi, con la probabile prospettiva della chiusura e/o del suo fallimento.

Noi non lo possiamo permettere!

La Fondazione Orestiadi, con il “Museo delle Trame Mediterranee” e la decennale rassegna estiva di arti, cultura e spettacoli “Orestiadi di Gibellina”, è uno dei patrimoni e valori culturali più alti e nobili non solo della Sicilia ma dell’intero Mediterraneo.

Dobbiamo impedire che la stoltezza, l’ignoranza e l’indifferenza prevalgano e impegnarci tutti, con forza e determinazione, a continuare a ricostruire la storia del Belice sulla cultura e sulle pietre della bellezza.

Per questo abbiamo organizzato per il sabato 7 giugno, una “Marcia per la Cultura” dalla Chiesa Madre di Gibellina per concludersi al Baglio Di Stefano, sede della Fondazione Orestiadi.

Non Le chiediamo certo di partecipare, ma Le chiediamo di sostenere la nostra battaglia affinché la memoria non venga perduta.

 

Gianfranco Zanna

Direttore regionale Legambiente Sicilia

 

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE