PartannaLive.it


Cala il sipario sul Festival «Sole d’Autunno, nel Belice 2014» promosso dal Gal Elimos

Cala il sipario sul Festival «Sole d’Autunno, nel Belice 2014» promosso dal Gal Elimos
20 novembre
21:54 2014

Si chiude con l’ultimo week-end il Festival promosso dal Gal Elimos «Sole d’Autunno, nel Belice 2014». Nel merito si inizierà venerdì 21 novembre con la presentazione a Gibellina (Museo Civico – ore 15,30) del volume Sicilia Senza, ovvero gli atti del Convegno di Palma di Montechiaro del 27-29 aprile 1960 sulle condizioni di vita e di salute in zone arretrate della Sicilia occidentale, curati da Pasqualino Marchese e Romano Trizzino (ed. Franco Angeli 2014). È paradossale infatti che, a distanza di oltre cinquant’anni di distanza dal famoso Convegno di Palma di Montechiaro, la Sicilia e il Meridione si trovano ancora, per non pochi aspetti, allo stesso livello di certi paesi arretrati, entrati da poco a far parte dell’Unione Europea. Si proseguirà sabato 22 novembre sempre a Gibellina (Museo Civico – ore 8,45) con il seminario «Le Sfide dell’Economia della Legalità nella Valle del Belice: verso un nuovo sistema di gestione etico-imprenditoriale dei beni sequestrati e confiscati alle mafie». Il Seminario si propone di fornire un quadro aggiornato della situazione dei beni sequestrati e confiscati nel territorio del Belice, il loro impatto sull’economia locale e regionale, la loro potenzialità in termini di creazione di ricchezza “legale”. Verranno, inoltre, illustrate alcune delle esperienze più innovative di gestione e promozione (es. Il Consumo Critico) e le conseguenti necessità di revisione degli approcci legislativi e giudiziari sul tema. Per la domenica è, invece, previsto un doppio appuntamento a Santa Ninfa: in mattinata presso la Riserva Naturale di Monte Finestrelle e in collaborazione con il Parco NaturAvventura, si terrà l’attesa gara di resistenza conosciuta come Strong Run (ore 8,30), a seguire, nella piazza centrale della città, si svolgerà la Rassegna eno-gastronomica Un giorno da pecora, che intende valorizzare la pecora in ogni sua forma, dal latte ai prodotti caseari e di ristorazione, compresa la pasticceria, abbinata ad eccellenze vitivinicole, olivicole ed altre tipicità di qualità della Valle del Belice, tra percorsi educativi, tradizioni e musica popolare. Mentre, infine, dalla stazione di Palermo muoverà verso Calatafimi-Segesta il 1° Treno Storico di Segesta che stavolta accompagnerà i visitatori lungo la Via Milo, recentemente riaperta, in un viaggio fra Archeologia e Risorgimento, senza dimenticare le migliori specialità eno-gastromiche di Calatafimi e del Belice, da poter gustare ed acquistare.

Fabrizio Fonte

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE