PartannaLive.it

 ULTIME NOTIZIE

Palermo: con 16 euro l’Università salva i fuori corso

Palermo: con 16 euro l’Università salva i fuori corso
16 gennaio
21:12 2015

Finora coloro i quali “mollavano” la vita universitaria e poi facevano retromarcia, erano scoraggiati dall'”accumulo” delle tasse degli anni precedenti (che dovevano essere pagate per intero). Adesso però cambia tutto. Lo studente “non in regola” con il pagamento e con i contributi delle vecchie stagioni accademiche, compresa la fastidiosa mora, potrà godere di agevolazioni. Chi – almeno da due anni – non dà esami e non paga tasse, potrà infatti riallinearsi molto più facilmente. Ovvero pagando 16 euro di tassa di bollo, più la tassa dell’anno in corso (2014-15). Un pagamento forfettario definito di “ricognizione” per tornare “in pista” invece degli esborsi proibitivi (migliaia di euro) imposti dalle precedenti regole. Il provvedimento riguarda gli studenti del vecchio ordinamento, quelli dell’ordinamento 509 (ovvero il 3+2) e gli studenti del “270” (il 4+1). Verrà considerata come sempre la fascia di reddito. Insomma politiche nuove che serviranno ad accompagnare alla laurea gli studenti più stagionati. Sarà cancellata, inoltre, la decadenza. Mentre prima chi non pagava le tasse da otto anni veniva considerato decaduto – dopo essere stato “congelato” – adesso l’università regala una scialuppa a chi vuole allungare la propria carriera universitaria. Si punterà al recupero di coloro che si perdono per strada, con alcune agevolazioni che verranno illustrate domani. La decisione è stata presa a luglio e adesso è diventata ufficiale.

(Fonte: Palermotoday.it)

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE