PartannaLive.it


Sicilia 2.0, Il Futuro è già presente: tutto sulla “Leopolda siciliana”

Sicilia 2.0, Il Futuro è già presente: tutto sulla “Leopolda siciliana”
27 febbraio
14:48 2015

Circa duemila500 persone già registrate sul sito www.siciliaduepuntozero.it per partecipare attivamente, il 28 febbraio e il primo marzo prossimi a Palermo, alla “Leopolda siciliana”.

La manifestazione che andrà anche in diretta streaming all’indirizzo http://www.livestream.com/pubblimed si svolgerà presso l’ex Fabbrica Sandron (Via Ferro Luzzi n. 3/5, a Palermo).

Già alle 8,30 di sabato 28 febbraio inizieranno le operazioni di accoglienza, mentre l’inizio dei lavori è previsto per le ore 10,00 con termine del programma a tarda sera, dopo la cena.

Invece, domenica 1 marzo i lavori inizieranno alle ore 9,30 per terminare dopo le ore 13,00.

I tavoli tematici sono in tutto 40 e si svolgeranno giorno 28 febbraio (dalle ore 15 alle ore 17) e giorno 1 marzo (dalle ore 9 alle ore 11). In programma anche circa 80 interventi dal palco che dureranno cinque minuti ciascuno (Tre sessioni giorno 28 febbraio: dalle ore 11,30 alle ore 13,00 – dalle ore 14,30 alle ore 15,00 – dalle ore 17,30 alle ore 20,00. Una sessione giorno 1 marzo: dalle ore 11,30 alle ore 13,00).

Al link http://www.siciliaduepuntozero.it/news/ è possibile leggere tutti i comunicati stampa già diffusi, mentre i giornalisti che vorranno accreditarsi potranno farlo a questo link http://www.siciliaduepuntozero.it/accrediti-stampa/

Oltre ai videomessaggi che sono stati trasmessi dai partecipanti attraverso il sito, alle Fabbriche Sandron sarà comunque allestito un punto in cui si potranno registrare videomessaggi che verranno replicati durante i lavori.

Saranno allestite zone bar e ristorazione dove si potranno consumare il pranzo e la cena di sabato 28 febbraio. Sul sito web è possibile prenotare il pasto.

A disposizione per chi avesse bambini al seguito una zona baby parking gratuita dotata anche di “gonfiabili”. Per chi viene da fuori Palermo sono state realizzate apposite convenzioni alberghiere con prezzi riservati ai partecipanti. Sul sito tutte le informazioni su come arrivare e sui parcheggi.

L’iniziativa è finanziata con le donazioni online attraverso paypal sul sito www.siciliaduepuntozero.it

Per tutte le informazioni richieste sono stati attivati appositi account: per la stampa, press@siciliaduepuntozero.it; per gli alberghi, accoglienza@siciliaduepuntozero.it; per le donazioni: donazioni@siciliaduepuntozero.it

Di seguito alleghiamo programma dei tavoli tematici ed elenco di alcune delle personalità partecipanti.

Il programma dei tavoli tematici

Si parlerà soprattutto di sanità, stato sociale, economia, agricoltura e pesca, scuola e università, lavoro, funzione pubblica, enti locali, comunicazione, turismo e cultura, sport, energia e ambiente, legalità, funzione pubblica e fisco, energia e ambiente.

Giorno 28 febbraio 2015
(ore 15.00-17.00)

Sul tema Sanità:

n°  1 “Rete ospedaliera siciliana, come tagliare i costi e migliorare i servizi”;

n°  2 “Continuità ospedale-territorio”;

Sul tema Stato sociale:

n°  3 “Riforma terzo settore/sociale”;

n°  4 “Occupazione femminile: equilibrio vita e lavoro”;

Sul tema Economia:

n°  5 “Trasporti aerei e ferroviari in Sicilia: l’Europa si allontana?”;

n°  6 “Green economy: da sogno ambientale a progetto di sviluppo, aspetti economici e giuridici”;

n°  7 “Facility services e nuove forme di credito”;

Sul tema Agricoltura e Pesca:

n°  8 “Expo 2015: il Cluster Biomediterraneo”;

Sul tema Scuola e Università:

n° 9 “Ricerca universitaria in Sicilia e in Italia”;

n° 10 “La buona scuola in Sicilia e il sistema duale: una nuova strada per l’alternanza scuola lavoro”;

Sul tema Lavoro:

n° 11 “Le Camere di Commercio nel rapporto imprese e istituzioni”;

Sul tema Funzione pubblica:

n° 12 “Ha ancora senso parlare di autonomia speciale?”;

n° 13 “Senza burocrazia riprende lo sviluppo”;

Sul tema Enti Locali:

n° 14 “Liberi Consorzi di Comuni: abbiamo fatto finta?”

Sul tema Comunicazione:

n° 15 “La rete: come cambia la comunicazione”;

Sul tema Turismo e Cultura:

n° 16 “Distretti turistici e culturali”          ;

n° 17 “Termalismo e turismo”;

n° 18 “Economia della cultura e dello spettacolo: il mondo del teatro”;

Sul tema Sport:

n° 19 “Lo sport in Sicilia: modelli organizzativi sostenibili”;

Sultema Energia e Ambiente:

n° 20 “Pianificazione e gestione delle risorse idriche in Sicilia”.

Giorno 1 marzo 2015
(ore 09.00-11.00)

Sul tema Sanità:

n° 21 “Per non morire di 118”;

n° 22 “Disabilità e cittadinanza”;

Sul tema Stato Sociale:

n° 23 “Le politiche dell’accoglienza”;

n° 24 “Le nuove famiglie (diritti civili)”;

Sul tema Economia:

n° 25 “Autorità portuali in Sicilia e autostrade del mare”;

n° 26 “Innovazione, start-up e smart cities”;

Sul tema Legalità:

n° 27 “L’Europa dei Comuni e legalità”;

Sul tema Agricoltura e pesca:

n° 28 “Dall’agricoltura alla Pesca: filiera di Sicilia”;

Sul tema Scuola e università:

n°  29 “Istruzione, formazione professionale”;

n°  30 “Industria del futuro e trasferimento d’impresa”;

n°  31 “La riforma dei Conservatori”;

Sul tema Lavoro:

n°  32 “Minimo vitale: interesse regionale o nazionale?”

Sul tema Enti locali:

n° 33 “Politiche del Mezzogiorno e aree metropolitane”;

n° 34 “Enti locali: difficoltà ad amministrare”;

Sul tema Funzione pubblica e fisco:

n° 35 “Risparmiare per Investire”;

n° 36 “Riforma fiscale e tassazione locale”;

Sul tema Energia e Ambiente:

n° 37 “Dissesto idrogeologico e protezione civile”;

n° 38 “Paesaggio e patrimonio culturale regionale”;

n° 39 “Gestione filiera rifiuti: da problema a risorsa”;

n° 40 “Energie rinnovabili ed efficientamento energetico”.

Elenco di alcuni dei partecipanti:

All’iniziativa fortemente voluta da Davide Faraone, sottosegretario di Stato all’Istruzione, sono previsti 80 interventi (speech) dal palco e 40 tavoli tematici che saranno tenuti ciascuno da un relatore e da due discussant,. Saranno, quindi, circa 200 i personaggi coinvolti nei lavori.

Di seguito un elenco di alcuni dei personaggi che parteciperanno all’iniziativa:

Eurodeputati: Renato Soru, Simona Bonafè, Caterina Chinnici, Michela Giuffrida.

Parlamentari nazionali: Graziano Delrio, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri; Lorenzo Guerini, portavoce e vicesegretario del Partito Democratico; Luigi Bobba, sottosegretario di Stato del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Gea Schirò, Tommaso Currò, Giuseppe Famiglietti, Pamela Orrù.

Parlamentari e assessori regionali: il presidente della regione Rosario Crocetta; gli assessori regionali all’Agricoltura Nino Caleca, al Territorio Maurizio Croce,  alle Attività produttive Linda Vancheri, al Turismo Cleo Li Calzi, all’Istruzione Mariella Lo Bello, ai Beni culturali Antonio Purpura, alla Sanità Lucia Borsellino, alla Funzione pubblica Ettore Leotta, all’Economia Alessandro Baccei, all’Energia Vania Contraffatto, Luca Sammartino, Baldo Gucciardi, Giuseppe Lupo, Pippo Laccoto, Gianfranco Vullo, Nello di Pasquale, Marco Forzese.

Altri personaggi di rilievo: il già responsabile Comunicazione del Pd e ora nel team comunicativo di palazzo Chigi Francesco Nicodemo; il consulente del Ministro per le riforme della giustizia Filippo Marciante; il segretario regionale del PD Fausto Raciti; il coordinatore regionale di FutureDem Giulio Seminara; Erasmo De Angelis, coordinatore Struttura Tecnica di Missione; Nelli Scilabra, segretario particolare presidente della Regione.

I sindaci: di Catania Enzo Bianco, di Gela Angelo Fasulo, Giusy Nicolini (Lampedusa), Salvatore Burrafato (Termini Imerese), Giancarlo Garozzo (Siracusa), Francesco Re (Santo Stefano di Camastra),  Mauro Mangano (Paternò).

Ex sindaci di Agrigento e Piazza Armerina Marco Zambuto e Carmelo Nigrelli.

Associazionismo: presidente regionale delle Acli Santino Scirè; presidentessa di Arcidonna Valeria Ajovalasit; direttore soci Coop Sicilia Giovanni Pagano; presidente di LiberImpresa Giovanni Felice; presidente di Paladini Vini di Sicilia Diego Maggio; il presidente di Economia Sociale Elio Sanfilippo; il sociologo Pippo Russo; Benedetto Marasà di “diritto di parola 2.0”.

Impresa: presidente di Assindustria Palermo Alessandro Albanese; l’industriale Roberto D’Agostino; gli imprenditori Carmelo Crimi, Gimmi Gaudesi, Nicola Fiasconaro, Adolfo Allegra, Saverio Governale, Salvo Capone; lo chef Giuseppe Giuffrè; il responsabile Green Economy di Lega Coop Giuseppe Gullo; per Start Up ARCA Fabio Montagnino; Filippo Parrino di Lega Coop.

Dirigenti di aziende ed enti pubblici: Vito Riggio presidente dell’Enac; Dario Lo Bosco amministratore delegato di RFI; la dirigente di “Italia Lavoro” Antonella Marsala; il segretario generale della Camera di Commercio di Palermo Vincenzo Genco; Giovanni Pioggia del CNR; Gaetano Mancini amministratore delegato della SAC Catania; le soprintendenti ai Beni Culturali di Agrigento e di Siracusa CaterinaGreco e Beatrice Basile; i presidenti delle Autorità portuale di Palermo e di Messina Vincenzo Cannatella e Francesco Di Sarcina; il presidente dell’Ente Parco delle Madonie Angelo Pizzuto; il manager dell’ASP di Trapani Fabrizio De Nicola; Dario Cartabellotta dirigente generale Dipartimento regionale Pesca Mediterranea; Ugo Palazzo direttore sanitario ISMETT; Ignazio Tozzo dirigente generale Dipartimento per le attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico.

Mondo delle professioni, intellettuali e artisti: Toti Amato presidente dell’ordine dei Medici di Sicilia; il direttore di Andros Day Surgery Adolfo Allegra; gli avvocati Ernesto Maria Ruffini, Alessandro D’Avenia e Giuseppe Bruno; la psicoterapeuta Daniela Matranga; i giornalisti Giuseppe Sottile, Giovanni Pepi e Vincenzo Morgante; il drammaturgo Roberto Alajmo; gli scrittori  Giorgia Butera, Davide Camarrone; il regista Paolo Bianchini; la jazzista Sade Mangiaracina; l’attrice Silvia Francese; il fumettista Giuseppe Lo Bocchiaro.

Docenti e rettori: Gianni Puglisi dello IULM di Milano e della Kore di Enna, Roberto Lagalla dell’Università degli studi di Palermo, Giacomo Pignataro dell’Università degli studi di Catania, Pietro Perconti (pro-rettore) dell’Università degli studi di Messina; Giuseppe Verde, Pietro Busetta, Aurelio Angelini, Nino La Spina, il direttore del Conservatorio di musica di Trapani Walter Roccaro, Pino Toro fra i fondatori di Città per l’Uomo e la preside Anna Maria Angileri.

Sport: il presidente del Palermo Calcio Maurizio Zamparini; il campione di golf Federico Alba; Salvo Rappa dell’Aquila Sport basket.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE