PartannaLive.it


Oro, incenso e croccantini? A Vita un nuovo inquilino nel presepe

Oro, incenso e croccantini? A Vita un nuovo inquilino nel presepe
14 dicembre
20:30 2017

VITA. In attesa della “nascita” del bambin Gesù c’è chi pensa a tenere calda la culla. E così nel piccolo paesino di Vita, nella capanna appositamente creata per l’evento della Natività, un gatto ha pensato bene di stabilire il suo giaciglio. Un tocco di affetto e di colore che fa sorridere anche il “Gruppo volontari vitesi” che ha realizzato la mangiatoia. Il felino, ogni sera, da circa una settimana è entrato a far parte del presepe diventando oramai noto ai più. “Tra il calore del bue e dell’asinello” anche il micio, che voleva ripararsi dal freddo, ha trovato riparo dentro la capanna.

Se il gatto è comunemente noto  per essere, nella cultura egizia e nelle religioni pagane, il guardiano delle anime, non mancano i racconti popolari che lo accostano alla religione cristiana. Secondo una leggenda la “M” che i gatti striati hanno sulla propria fronte, deriverebbe da una carezza della Vergine, la quale con tale gesto ha benedetto un micio che aveva tenuto al caldo il piccolo Gesù, gatto che leggenda vuole alloggiasse già da tempo nella stalla e che, dopo il parto di Maria, non solo si prese cura del neonato con il calore del corpo ma protesse anche i due sposi da serpenti e topi.

La notte del 24 dicembre, cosa accadrà nel Comune di Vita, all’arrivo del bambinello, nessuno lo sa. Nulla di strano che il gatto, per sua natura di un innato protagonismo, pensi di essere lui Gesù.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE