PartannaLive.it


Impianti biomasse a Salemi e Modica: Azienda e amministratore condannati a restituire 248 mila euro

Impianti biomasse a Salemi e Modica: Azienda e amministratore condannati a restituire 248 mila euro
11 febbraio
11:49 2018

L’azienda «Energia Pulita» e il suo amministratore Giuseppe Sala De Cesare, sono stati condannati a restituire 248 mila euro, per una presunta truffa attuata, utilizzando i fondi europei ricevuti, per la realizzazione due impianti a biomasse, che avrebbero dovuto produrre energia elettrica a Salemi e Modica. In realtà, già tre anni fa in primo grado, i giudici avevano assolto l’azienda e l’amministratore che erano stati accusati, dalla procura contabile, di un presunto danno erariale di 6 milioni di euro subito dalla Regione Siciliana. Quest’ultima però, “non contenta” della decisione presa, ha proceduto al ricorso, che è stato accettato in parte dal nuovo collegio giudicante, il quale ha riconosciuto l’esistenza di alcune fatture “gonfiate”, per la realizzazione delle suddette opere edilizie, ovvero 13 mila euro per lo stabilimento di Salemi, in contrada Bovara, e 235 mila per quello di Modica, in contrada Fargione. Nel 2003 all’azienda incriminata furono erogati dall’Ifis, una parte dei contributi richiesti, ovvero 6.197.482, mentre nel 2004 arrivarono gli altri 6.197.482, a titolo di anticipazione della prima quota dei finanziamenti. Era il 2006, quando l’azienda “Energia Pulita” dichiarò i lavori completati, e la Guardia Di Finanza, dopo aver effettuato dei controlli, notò delle anomalie, tanto che la Procura di Marsala aprì un fascicolo, che ha fatto scattare l’arresto dell’amministratore De Cesare e di altre sette persone, ordinando il sequestro preventivo dei due impianti, oltre a sospendere la concessione dei contributi. Nel 2013 però il tribunale di Marsala assolse gli imputati da tutte le accuse (tranne quella riguardante l’omessa dichiarazione dei redditi presentata nel 2006 dall’azienda), disponendo il dissequestro dei beni, con una sentenza ormai passata in giudicato, ovvero divenuta definitiva.

Valentina Mirto

Amante della scrittura, abile disegnatrice, scrive per “Il Giornale di Sicilia”. Si definisce una ragazza con la testa tra le nuvole ma con i piedi ben piantati per terra.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE