PartannaLive.it


Santa Ninfa, Anticorruzione, il giudice dà ragione agli amministratori

Santa Ninfa, Anticorruzione, il giudice dà ragione agli amministratori
23 marzo
10:31 2018
Il giudice del Tribunale di Sciacca Valentina Stabile ha dato ragione agli amministratori del Comune di Santa Ninfa accogliendo interamente il ricorso presentato da sindaco e assessori e annullando le sanzioni pecuniare inflitte dall’Anac. Secondo il giudice, quindi, la condotta degli amministratori comunali santaninfesi, in materia di anticorruzione e trasparenza, è stata corretta. Sindaco e assessori, nello specifico, avevano impugnato una delibera dell’Anac che contestava alla Giunta l’omessa adozione del Piano della corruzione per il triennio 2017-2019. Per il Tribunale di Sciacca, invece, il Piano, seppur in ritardo, è stato adottato e quindi l’amministrazione non ha nessuna responsabilità.
Nell’udienza del 21 marzo la Stabile ha dato lettura del dispositivo della sentenza, che ha sancito il comportamento rispettoso delle norme da parte degli amministratori locali di Santa Ninfa. A rappresentare le ragioni dei quali è stato l’avvocato Giovanni Lentini.
«Il Comune di Santa Ninfa – ha commentato il sindaco Giuseppe Lombardino – è all’avanguardia in materia di trasparenza e anticorruzione. Con questa sentenza. i giudici lo hanno confermato».

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE