PartannaLive.it


Carmelina Atria ha chiuso la propria campagna elettorale

Carmelina Atria ha chiuso la propria campagna elettorale
26 ottobre
13:35 2012

Si è conclusa ieri sera in Piazza Falcone e Borsellino la campagna elettorale dell’unica candidata partannese all’Assemblea Regionale Siciliana, l’insegnante Carmelina Atria. Durante il comizio di chiusura, diversi gli interventi che si sono succeduti sul palco, ma tutti legati da un unico filo conduttore: ridare credibilità alla politica siciliana.
Ad introdurre i lavori la responsabile donne del PRC di Partanna Antonella Nastasi, che nel suo breve discorso introduttivo ha rimarcato l’importanza di votare due donne come Giovanna Marano alla presidenza della Regione e Carmelina Atria all’ARS, l’unica partannese  presente nelle liste elettorali.

Gero Accardo (componente segretaria regionale PRC), ha affermato come Carmelina Atria rappresenti il terminale unico di un ragionamento politico per queste elezioni regionali; il voto a Carmelina Atria sarà un voto utile per il cambiamento.

Il responsabile della comunicazione del PRC di Trapani Francesco Fiorello, ha dichiarato come oggi la politica sia fatta esclusivamente dai poteri forti e dalle banche, attraverso la plutocrazia, e votare PRC e Carmelina Atria voglia dire recidere questo cordone ombelicale e attuare un netto cambiamento in controtendenza con la politica massacrante attuata dai Governi centrali.
Carmelina Atria ha deciso di dedicare la propria vita alla cosa pubblica, può rappresentare il collante per ricucire lo strappo che si è generato tra i cittadini e la politica.

A prendere la parola successivamente la candidata partannese Carmelina Atria, che con un discorso vigoroso ed energico ha esposto quali sono i punti cruciali da attuare se verrà eletta all’ARS. Girando per questa campagna elettorale, ha dichiarato la candidata, “ho constatato personalmente quali siano i reali problemi della gente siciliana, una gente stanca, che non arriva a fine mese, i giovani senza lavoro e senza una prospettiva.
Chi ci ha rappresentato fino ad oggi non può capire questi problemi, perchè non li vive quotidianamente”. “Bisogna abbattere immediatamente i costi della politica”, ha dichiarato Carmelina Atria: “oggi un politico guadagna in un mese quanto un semplice cittadino guadagna in un anno, un politico spende a pranzo quanto una famiglia normale spende all’incirca in un mese, se io verrò eletta batterò il pugno per porre fine a questa vergogna”.
Carmelina Atria ha affermato come i giovani siano la priorità assoluta del programma regionale da attuare, introducendo per essi un reddito minimo, dando loro la possibilità di crescere, istruirsi e sviluppare la propria creatività. “Bisogna dare ai giovani un progetto di vita, non una vita a progetto”.
A conclusione del suo discorso, un ultimo appello ai cittadini partannesi: “votare Carmelina Atria significa votare una vostra concittadina, una donna, una mamma, una persona onesta, schietta e sincera. Spero vivamente che con il vostro voto la nostra voce possa arrivare a Palermo, per questo vi dico di votare Liberamente Carmelina Atria.”

A concludere i lavori l’intervento del portavoce nazionale giovani PRC Simone Oggionni, che a sottolineato come la Sicilia sia una terra capace di emozionare, fatta di tanti uomini e tante donne che hanno sfidato la miseria, la violenza, il potere, l’arbitrio e l’arroganza.
In un Paese dove ogni giorno si offende la cultura, votare un’insegnante come Carmelina Atria significa essere rappresentati da una donna capace, che lavora per noi e conosce le nostre problematiche. Carmelina Atria è una persona come noi, a contatto con la realtà e vive le sofferenze e difficoltà di tutti noi, è una donna vera, forte e combattiva.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE