PartannaLive.it


Partanna: I candidati alla Camera e al Senato del Movimento Cinque Stelle incontrano i cittadini

Partanna:  I candidati alla Camera e al Senato del Movimento Cinque Stelle incontrano i cittadini
14 febbraio
01:15 2013

Si  è tenuto ieri sera, presso il pub Alter Ego di Partanna, alla presenza di tanti amici e simpatizzanti, la manifestazione elettorale organizzata dal Comitato Cittadino del Movimento Cinque Stelle in vista delle prossime elezioni nazionali del 24 e 25 febbraio 2013. Presenti, i candidati al Senato della Repubblica  e alla Camera dei Deputati Francesco Campanella, Maurizio Santangelo, Fabrizio Bocchino, Sergio Tancredi, Laura Tremamondo, oltre agli attuali Deputati Regionali Valentina Palmeri e Sergio Troisi.

Diversi gli interventi succedutisi durante la serata, ha preso per prima la parola la Deputata all’ARS Valentina Palmeri, che ha voluto sottolineare il lavoro e l’impegno profuso dai parlamentari del movimento nelle diverse commissioni, con grande senso di responsabilità, dando fin da subito delle risposte concrete alla collettività.
Sergio Troisi, “Deputato ma sempre cittadino”, come ha inteso ribadire, ha sottolineato l’attivismo del movimento in sede parlamentare, rispondendo con i fatti e attuando i programmi elettorali, come l’abbattimento dello stipendio a 2.500 euro, le cui eccedenze vanno in un fondo ad aiuto per le aziende o l’istituzione di commissioni parallele per coinvolgere i cittadini nelle attività in sinergia con le istituzioni. “Bisogna essere critici ma costruttivi”, ha dichiarato Troisi, “non accettare ciò che è illogico, bisogna lottare per cambiare”.
CampanellaPoi hanno preso la parola i candidati in lizza per uno scranno a Palazzo Madama e Montecitorio: Francesco Campanella ha detto chiaramente: “basta fidarsi di chi ha fatto tante promesse mantenendone nessuna, abbiamo fatto una scelta, quella di scendere in campo per cambiare le sorti del nostro Paese, bisogna elaborare reali proposte e soluzioni per il futuro nostro ma principalmente per quello dei nostri figli”. Beppe Grillo ci ha dato una speranza, noi dobbiamo dimostrare di avere le competenze per attuare un progetto serio, ma bisogna mandare a casa l’attuale classe politica”.

Il candidato al Senato Maurizio Santangelo ha dichiarato come ci sia bisogno di attuare idee nuove per una programmazione diversa, per rilanciare il nostro territorio, oggi abbandonato e violentato: “vogliamo dare forza e vigore al nostro pensiero di cambiamento. Votare i candidati del Movimento Cinque Stelle vuol dire votare ognuno di voi” ha dichiarato Santangelo, “non esiste nel nostro movimento Io,Tu, ma siamo tutti Noi indistintamente, l’alternativa esiste ed è nel Movimento Cinque Stelle.

Fabrizio Bocchino, presente nelle liste per il Senato, ha ribadito come sia assolutamente inutile parlare di lavoro, istruzione, se poi non funzionano le strutture e non si garantiscono ai cittadini i servizi essenziali che di diritto spettano ad ognuno di noi. “E’ inammissibile tagliare i fondi per l’istruzione”, ha dichiarato Bocchino: ”un società prima di ogni altra cosa deve basarsi sulla cultura e sulla conoscenza, purtroppo ci stanno rubando il nostro futuro, bisogna votare Movimento Cinque Stelle, per cambiare radicalmente il sistema”.

Il candidato mazarese Sergio Tancredi ha dichiarato invece come ci sia stato uno “scollamento della gente dalla classe politica, il politico deve essere la voce del cittadino, deve rappresentarne il pensiero. Bisogna realizzare un vero progetto di civiltà”, al riguardo il candidato Tancredi ha fatto riferimento ad un possibile reddito di dignità per i cittadini bisognosi, garantendo loro un reddito minimo: “Le risorse ci sono, basta capire dove remunerarle, ad esempio dall’abolizione delle Province”.

La candidata alla Camera Laura Tremamondo ha fortemente criticato i politici, distanti e insensibili rispetto alle problematiche quotidiane dei singoli cittadini. “Mi sono candidata perché amo essere al servizio della gente”, ha dichiarato la Tremamondo: “ ognuno di noi deve essere in grado di saper condividere il peso dell’altro, dobbiamo esser fieri di essere italiani. Per noi, al contrario dei politici di oggi, essere eletti non significa salire al potere, ma scendere al servizio della gente”.

A conclusione dell’incontro i candidati hanno risposto ad alcuni quesiti posti dai cittadini presenti, dall’agricoltura al problema dei rifiuti, dibattendo sulle possibili  soluzioni e misure da adottare. 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE