PartannaLive.it


Partanna-Consiglio Comunale: dibattito sulla relazione del Sindaco Cuttone

Partanna-Consiglio Comunale: dibattito sulla relazione del Sindaco Cuttone
11 maggio
15:07 2013

Aggiornata a questa sera la seduta del Consiglio Comunale. Nella seduta di ieri, approvazione di un debito fuori bilancio e dibattito sulla relazione del Sindaco Cuttone

Consiglio Comunale PartannaTornerà a riunirsi questa sera, in seduta di prosecuzione, il Consiglio Comunale di Partanna, visto che, nella seduta di ieri, al momento dell’approvazione del punto 5 posto all’ordine del giorno “Riconoscimento debito fuori bilancio a favore della ditta Amato Costruzioni s.r.l. a seguito di decreto ingiuntivo n. 106/2012 per i lavori della scuola media statale Amedeo di Savoia Aosta”, è venuto a mancare il numero legale. Il Consiglio ha invece approvato il punto 4 posto a trattazione, riguardante il “riconoscimento di un altro debito fuori bilancio del 2002 di euro 6.264,80 a favore di Ciulla Antonino a seguito di sentenza n. 15092/2012 emessa dalla Corte Suprema di Cassazione”. Nove i voti favorevoli, tre i consiglieri astenuti (Cannia, Nastasi Giuseppe, Di Stefano), hanno abbandonato l’aula al momento del voto i consiglieri Biundo, Mistretta, Leone e  Caracci.

I lavori d’aula si erano aperti con la lettura della relazione sullo stato di attuazione del programma politico-amministrativo e sull’attività svolta dall’ente nel periodo Luglio 2011-Aprile 2013 da parte del sindaco Giovanni Cuttone. Nel suo interevento, Cuttone ha ribadito come  siano stati degli anni travagliati e difficili per l’amministrazione, a causa dei forti tagli imposti da Stato e Regione,  venendo meno per l’ente importanti risorse. Nonostante ciò,  ha sottolineato il Sindaco, l’amministrazione ha lavorato ed operato per la collettività, ottenendo importanti risultati; ha rispettato per tutti i cinque anni il patto di stabilità, non ha aumentato la pressione fiscale che avrebbe ulteriormente gravato sui cittadini, su una precisa volontà del consiglio comunale. Inoltre, è stato distribuito alla cittadinanza un opuscolo contenente tutte le attività e i progetti portati avanti dall’amministrazione durante il quinquennio. Il Sindaco ha voluto ringraziare i propri collaboratori, i componenti dell’amministrazione, i dipendenti comunali, annunciando che terrà un comizio pubblico per salutare e abbracciare tutti i cittadini.

A seguire il sindaco, diversi gli interventi succedutisi da parte dei consiglieri comunali.
Il consigliere Salvatore Leone è stato fortemente critico sulla relazione del sindaco, definendola assolutamente negativa. “L’amministrazione-ha sottolineato Leone, è stata incapace di dare risposte concrete alla collettività, causando un forte danno d’immagine alla città”.
Della stessa opinione di Leone, il consigliere Biundo, che ha ribadito il fallimento dell’amministrazione, definendo la relazione del sindaco inutile e priva di significato, lontana da quelli che erano gli obiettivi programmatici prefissati. “Il fallimento della sua amministrazione-ha dichiarato Biundo, rivolgendosi al Sindaco, è certificato dalla sua mancata riproposizione al cospetto degli elettori”.
Il consigliere Stefano Nastasi ha parlato di un percorso amministrativo caratterizzato da luci e ombre, in cui  sicuramente si sarebbe potuto fare di più. Nastasi ha comunque ribadito che non è corretto addossare tutte le colpe all’amministrazione, ma ad una grave crisi economica che ha dimensioni ben più vaste, che ha colpito diverse realtà a diversi livelli.
Il consigliere Giuseppe Nastasi ha invece sottolineato come bisogna remare tutti nella stessa direzione per uscire da questa situazione non rosea. Ha inoltre ribadito con fermezza che le colpe della cattiva amministrazione vanno ricercate anche tra chi ha gestito per anni la cosa pubblica e che oggi non fa più parte del massimo consesso civico.
Il consigliere Francesco Cannia ha puntato il dito sulla gestione errata degli uffici, sull’incapacità dell’ente di attrarre risorse,  partecipando  a bandi, specificando come l’attuale amministrazione ha ucciso economicamente la nostra città. Cannia, come rappresentante dell’UDC, ha voluto ribadire che tra le poche attività positive portate avanti dall’ente, principalmente nel ramo dei servizi sociali, merito va riconosciuto alla capacità e competenza dell’ex assessore Giovanna Genco.
Il consigliere Nicola Clemenza si è detto profondamente deluso, accusando l’amministrazione di aver disatteso gli impegni presi. “Partanna è malata, ha dichiarato Clemenza, è mancata una programmazione, occorreva più passione e coraggio nella gestione della cosa pubblica”.
Il consigliere Di Stefano ha apprezzato la scelta del sindaco Cuttone di non ricandidarsi, concordando con quanto detto dall’avv. Nastasi, che le colpe vanno ricercate anche tra chi non fa più parte del consiglio.
Ultimo intervento quello del consigliere Silvio Mistretta, che ha dichiarato come la relazione finale del Sindaco rispecchi perfettamente il fallimento assoluto dell’amministrazione, incapace di portare avanti progetti e cambiamenti, riferendosi nello specifico al “Terramare” e alla revisione del Piano Regolatore.

Il Consiglio Comunale tornerà a riunirsi questa sera alle ore 20,00.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE