PartannaLive.it


Diario delle mie letture, “La strana biblioteca”

Diario delle mie letture, “La strana biblioteca”
22 dicembre
16:43 2015

la strana biblioteca - CopiaPartanna…

Il libro di cui vi parlerò questa volta, a pochi giorni dal Natale, sembra fatto apposta per l’occasione. In realtà si può dire che l’abbia comprato per errore, ma non è proprio la verità, perché compro i libri di Haruki Murakami ad occhi chiusi. Al momento di prenderlo tra le mani avevo notato si trattasse di un libro illustrato, ma non è una novità per un autore che ama intraprendere esperienze editoriali nuove e di recente una cosa simile l’aveva fatto in “Ritratti in jazz” , libro dedicato alla sua passione per il jazz, dove i ritratti dei suoi musicisti preferiti erano accompagnati da graziosi disegni. Non avevo capito che si trattava di una favola a tutti gli effetti, che i destinatari di questo libro intitolato “La strana biblioteca” (a destra nella foto la copertina del libro) è pubblicato dalla casa editrice Einaudi, sono i ragazzi, che l’obiettivo è stimolarli alla lettura, avvicinarli ad una biblioteca, e fare capire loro che possono incappare in straordinarie avventure reali e fantasiose addentrandosi in una biblioteca. Gli ingredienti della favola ci sono tutti, luogo e tempo indefiniti, pochi personaggi, un ragazzo che è il protagonista, e il vecchio custode della biblioteca, dall’aspetto pauroso, simile ad un orco, che lo imprigiona. Poi ci sono gli aiutanti, l’uomo pecora e una bambina misteriosa, che vive in un mondo parallelo. È questo il punto del lungo racconto che mi ha spinto a riflettere e a portare a termine una facile lettura che mi ha impiegato piacevolmente quasi un’ora del mio tempo. La poetica di Murakami, anche nei libri che scrive per gli adulti, immagina spesso dei mondi paralleli, utilizzando la fantasia, la fantascienza, la distopia. Le storie che narra sono verosimili ma a un certo punto si infilano in mondi paralleli. Allora, quest’ultimo libro è davvero un libro solo per ragazzi? Credo di no, tutti possono leggerlo, anche gli adulti magari riscoprendo il piacere di leggere una favola. Credo anche che tutti i libri possano essere letti da tutti a qualsiasi età, specie se questi libri appartengono alla vera categoria della letteratura. Avete deciso di regalare per Natale ai vostri figli o ai figli dei vostri amici un libro, scegliete quest’ultimo cameo di Murakami, andrete sul sicuro.

Vincenzo Piccione

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE