PartannaLive.it


Partanna, furto di elettricità: assolta perché rubò “per necessità”

Partanna, furto di elettricità: assolta perché rubò “per necessità”
02 luglio
11:46 2016

Rubare energia elettrica per motivi di necessità non costituisce reato. Lo ha stabilito una sentenza del Tribunale di Marsala che ha assolto la 52enne A.C di Partanna, difesa dallo studio dell’ Avvocato Nicolò Clemenza di Partanna, accusata di furto di energia elettrica, e recidiva. All’atto della scoperta dell’allaccio la donna riferì di averlo fatto per necessità. Subito dopo, sentita dagli stessi carabinieri, la donna si è giustificata dicendo che con lei viveva la figlia, i nipoti e che il suo lavoro saltuario non le permetteva di potere pagare le bollette dell’Enel. Durante le fasi del processo sono state confermate dagli stessi militari le dichiarazioni dalla donna, e precisamente che le sue condizioni erano da tutti conosciuti. Recita la sentenza: «sebbene integrasse gli estremi del reato di furto aggravato, la sua condotta era giustificata da un reale stato di bisogno determinato da condizioni economiche di forte disagio».

(Fonte Gds.it, di Elio Indelicato)

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE