PartannaLive.it


Il caso del piccolo Baldo Aiello: motociclista assolto, il giudice: “Non fu omicidio colposo”

Il caso del piccolo Baldo Aiello: motociclista assolto, il giudice: “Non fu omicidio colposo”
10 gennaio
11:11 2018

È stato assolto. Il giudice monocratico Matteo Giacalone ha dichiarato assolto il farmacista castelvetranese Antonino Dia, 41 anni, che la sera del 25 giungo, con la sua moto travolse un bambino di 9 anni a Partanna. Il bambino Baldassare Francesco Aiello, che stava attraversando la strada, dopo essere stato trascinato per circa 20 metri morì di colpo a causa delle fratture e del trauma cranico. Una vicenda dolorosa e inaspettata che scosse la comunità del luogo.

Oggi il farmacista è stato assolto poiché “non fu omicidio colposo”. Se da un lato l’accusa, secondo anche quanto rilevato dalle forze dell’ordine riteneva che il farmacista guidava la moto con «imprudenza, negligenza ed imperizia», violando il codice della strada, dall’altro lato secondo gli avvocati difensori Francesco Messina e Chiara Messina anche la vittima avrebbe avuto il concorso di colpa attraversando la strada senza prima accertarsi bene se stava arrivando qualche auto 0 moto. Quella sera il bambino stava attraversando la strada assieme ai genitori per raggiungere la loro l’abitazione estiva.  Prima di attraversare la strada, nei pressi di un noto maneggio, hanno fatto passare un’ auto, ma non si sono accorti di una moto Honda 600 che stava sopraggiungendo proprio in quel momento.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE