PartannaLive.it


Licenziata la prima maestra con diploma. 7500 docenti a rischio: si cerca una soluzione politica

Licenziata la prima maestra con diploma. 7500 docenti a rischio: si cerca una soluzione politica
09 luglio
16:39 2018

Non ha più i requisiti per restare nelle graduatorie dei precari storici. Con tali motivazioni, Corte di Appello di Salerno, su ricorso del ministero dell’Istruzione, ha licenziato una maestra con diploma. Una sentenza storica che apre in Italia una nuova fase. E così la prima maestra con diploma licenziata in Italia, in servizio quest’anno presso il circolo didattico di Giffoni Valle Piana,  ha perso  insieme al diritto di restare in Gae (graduatoria nella quale era stata inserita nel 2015 in seguito alla pronuncia favorevole del giudice del lavoro di Salerno) anche l’immissione in ruolo ottenuta l’1 settembre del 2017.
Una doppia penalità che ora rischia di ricadere su migliaia di altri docenti diplomati, circa 7500. quest’ultimi non potranno far parte della Gae ma dovranno invece chiedere il reinserimento nelle graduatorie di seconda fascia e possono sperare di ottenere supplenze di pochi giorni o al massimo di settimane. Si attende l’intervento del Governo. Da un incontro tra i tecnici del Miur e i sindacati è nata l’idea di creare una nuova graduatoria di reclutamento aggiuntivo: una nuova graduatoria, la terza dopo la graduatoria ad esaurimento e quelle di merito dell’ultimo concorsone (Gm), a cui i diplomati magistrali accederanno grazie al loro titolo attraverso un concorso riservato senza selezione, sul modello della “fase transitoria” già attuata per la scuola secondaria.

Il provvedimento è antecedente al provvedimento incluso nel Decreto dignità, che prevede il differimento obbligatorio dell’applicazione delle sentenze di merito per i diplomati magistrale, dato che si teme che queste possono arrivare nei mesi estivi, compromettendo l’avvio ordinato dell’anno scolastico 2018/19.

Il governo ha intanto deciso di concedere altri 4 mesi per trovare una soluzione politica alla problematica annunciando una norma che ” aiuta gli insegnanti, coloro che per effetto della sentenza del consiglio del Consiglio di Stato andrebbero licenziati, prorogando di 120 giorni gli effetti delle sentenze”.

fonti: ilmessaggero.it – Licenziata la maestra diplomata: a Salerno il primo caso in Italia

 

 

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE