PartannaLive.it


Cambia Partanna: “Commissario sì, commissario no… Come stanno le cose?”

Cambia Partanna: “Commissario sì, commissario no… Come stanno le cose?”
02 agosto
14:55 2018

In relazione a quanto pubblicato su diverse testate riguardo all’avvento dei commissari ad acta per procedere all’approvazione del “bilancio consuntivo”, con conseguente replica del sindaco Catania, ci sentiamo in dovere di dare alla cittadinanza alcune semplici spiegazioni su tutta la questione, nonché di ricordare al sindaco come stanno veramente le cose… (qualora avesse per caso dimenticato di fornire tutti i particolari nella sua replica diffusa a mezzo stampa).

Cari concittadini partannesi, è giusto che voi sappiate che il rendiconto di gestione del Comune va approvato dal Consiglio Comunale entro il 30 aprile dell’anno successivo, ovvero, entro il 30 aprile 2018 andava approvato il consuntivo 2017.
Se per caso (ripetiamo: per caso…) ciò non avviene, allora la Regione invia, nei comuni inadempienti, un commissario che si occupa dell’approvazione.
Oggi apprendiamo che la Regione dovrebbe inviare anche a Partanna un commissario, ma ad onor del vero il consuntivo 2017 è stato approvato in Consiglio Comunale lo scorso 20 luglio, con 11 voti favorevoli (la maggioranza) e 5 astenuti (la minoranza, ovvero il gruppo consiliare “Cambia Partanna”).

cambia partanna

Prima questione: perché il rendiconto di gestione 2017 è stato approvato in giunta il 6 giugno 2018 e in consiglio il 20 luglio 2018? Il termine non era fissato dalla legge per il 30 aprile 2018?

Caro signor sindaco, lei oggi si è affrettato a dire che “l’approvazione ha subito un leggero slittamento ma comunque entro la scadenza massima prevista”… Ma quale scadenza??? Lo sanno tutti che il 20 luglio viene dopo il 30 aprile, siamo un pò fuori tempo per caso?

Seconda questione: sempre il sindaco afferma che fra l’approvazione in giunta (6 giugno) e quella in consiglio (20 luglio) ci sono state le elezioni che, ahimè, ci hanno fatto perdere tempo; ma la colpa è delle elezioni, che si sono svolte il 10 giugno? O è forse di chi non è riuscito ad approvare il bilancio nei giusti tempi?

Terza questione: se il bilancio fosse stato approvato entro il 30 aprile 2018, certamente la Regione non avrebbe nominato il commissario… Signor sindaco, ma come? Lei non ha per caso detto che “Subito dopo l’approvazione abbiamo provveduto ad informare l’assessorato regionale competente che pertanto non invierà alcun funzionario”?

Che ci viene a fare questo commissario a Partanna? Non sarà per caso che magari questa comunicazione non è arrivata in tempo alla Regione? E così, spulciando nel sito web del Dipartimento delle Autonomie Locali della Regione Siciliana, abbiamo trovato un documento intitolato “SITUAZIONE RELATIVA ALL’APPROVAZIONE DEI BILANCI DI PREVISIONE 2018/2020 E DEI RENDICONTI DI GESTIONE 2017 NEGLI ENTI LOCALI ALLA DATA DEL 27 LUGLIO 2018”. Incuriositi siamo andati a controllare la situazione del Comune di Partanna e… sorpresa! Alla data del 27 luglio niente di niente! Nessuna comunicazione!

E quindi ricapitolando:

  1. Al 30 aprile 2018 (data stabilita dalla normativa) nessun rendiconto di gestione (bilancio consuntivo, per intenderci) risulta approvato, né in giunta, né in consiglio;
  2. La colpa del ritardo non è delle elezioni, come il sindaco ha affermato, perché comunque il 10 giugno saremmo stati già in ritardo;
  3. Il 20 luglio finalmente si approva il rendiconto di gestione, ma alla data del 27 luglio la Regione dichiara che dal Comune di Partanna non vi sono notizie in merito, quindi da Palermo hanno nominato un commissario (che poi magari non verrà, ma intanto la figuraccia di quelli inadempienti l’abbiamo fatta abbondantemente).

È finita qui? Ma no, certo… Entro quale data si doveva approvare il bilancio di previsione 2018, cioè quello strumento che ci dice come vanno spesi i soldi del Comune per quest’anno?

Signor sindaco, a noi risulta che si doveva fare entro il 31 marzo 2018, vuole vedere che le elezioni ci hanno fatto arrivare in ritardo anche qui?
E poi un’ultima domanda: ma se siamo ad agosto e il 2018 sta finendo, cosa si approverà in consiglio? Che previsione sarà, se l’anno è già finito?

Lei, nella seduta del 31 luglio 2018 del Consiglio Comunale ha detto che, purtroppo, ancora siamo in esercizio provvisorio (cioè non abbiamo ancora un bilancio di previsione 2018) e che questa cosa è un problema. Ci chiediamo e le chiediamo: ma farle a tempo debito queste cose, no? Ah già… ma tanto, lei ci dirà, noi siamo meglio dei comuni qui attorno: Alcamo, Calatafimi, Campobello, Gibellina, Castellammare, Erice, Favignana, Petrosino, Poggioreale, Salemi, Santa Ninfa, Trapani: tutti con il bilancio di previsione approvato.

Mannaggia, sono arrivati prima loro… forse però se ci diamo una mossa ce la facciamo a non arrivare ultimi! Intanto, sotto con le feste d’estate, che magari i concittadini non si accorgono di nulla…

Comunicato pubblicato sulla pagina Facebook dell’Associazione “Cambia Partanna”

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE