PartannaLive.it


Fwd: Cs – Partanna, le Srr incontrano dirigenti Dipartimento regionale Rifiuti

Fwd: Cs – Partanna, le Srr incontrano dirigenti Dipartimento regionale Rifiuti
13 Marzo
21:01 2019

PARTANNA. Due riunioni urgenti al Dipartimento regionale delle acque e dei rifiuti per discutere del sistema di raccolta differenziata e in particolare del conferimento della frazione umida nell’impianto di compostaggio “Trapani Servizi”. Il presidente della Srr “Trapani Sud” e sindaco di Partanna Nicolò Catania, insieme ai tecnici della società, al commissario straordinario di Castelvetrano Salvatore Caccamo e al sindaco di Poggioreale Girolamo Cangelosi, hanno incontrato lunedì mattina l’assessore regionale ai Rifiuti e ai Servizi di pubblica utilità Alberto Pierobon per trovare un’intesa e poter riacquisire così la titolarità e disponibilità del Polo tecnologico di Castelvetrano per risolvere almeno nell’immediato e in prospettiva anche nel lungo periodo il problema del trattamento dell’organico. Nella giornata di ieri, invece, i presidenti delle Srr “Trapani Sud” e “Trapani Nord” (il primo cittadino di Marsala Alberto Di Girolamo), unitamente ai tecnici responsabili delle sue società, hanno interloquito con il responsabile dell’ufficio speciale regionale per la differenziata, Salvo Cocina e i tecnici del dipartimento, per concordare una pianificazione che permetta di evitare situazioni di emergenza. In particolare i presidenti delle Srr hanno evidenziato i problemi legati agli alti costi di conferimento che mettono in serie difficoltà i comuni del trapanese. Insieme ai tecnici dell’impianto “Trapani Servizi”, intervenuti agli incontri, sono state avanzate delle proposte tecniche per permettere di abbassare i costi e trovare una soluzione in tempi brevi. “Abbiamo delineato un piano – afferma Catania – improntato alla celerità, per cercare di risolvere una questione che in caso di mancato accordo potrebbe portarci rapidamente a dover gestire un’emergenza sanitaria in tutti i comuni delle due Srr. Le criticità maggiori riguardano il sistema di smaltimento, la cui spesa grava pesantemente sui cittadini dei centri coinvolti e sulle società di regolamentazione “Trapani Sud” e “Trapani Nord”. La carenza di impianti di compostaggio che oltretutto non sono messi in condizione di operare efficacemente e i frequenti periodi di fermo ai quali sono sottoposti per carenze nelle manutenzioni, a fronte di un incremento della raccolta differenziata, comportano il rischio di vedere conferita la spazzatura nelle discariche di indifferenziata. Restiamo quindi attenti e continuiamo a lavorare sulla questione per trovare presto una soluzione definitiva ed economica che non gravi con costi esagerati sui cittadini”.

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Il cittadino Segnala

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE