PartannaLive.it


Partanna: al Castello Grifeo lo spettacolo dei pupi siciliani di Nino Cuticchio

Partanna: al Castello Grifeo lo spettacolo dei pupi siciliani di Nino Cuticchio
15 dicembre
14:30 2012

Questo pomeriggio presso le “Scuderie del Castello Grifeo di Partanna”   sarà possibile assistere a due spettacoli della famiglia d’arte dei Pupi siciliani di Palermo di Nino Cuticchio, con inizio rispettivamente alle ore 16.30 e alle ore 18.00, inseriti nell’ambito della manifestazione di artigianato femminile Le Mani delle Donne.
Molti dei personaggi ritratti nell’Opera dei Pupi  di Cuticchio provengono direttamente dalla storia del Sud Italia. Gli eroi della conquista normanna, come Ruggiero e Tancredi sono in battaglia contro i Saraceni e litigano spesso, mano alle spade, per una fanciulla. Altri personaggi come Goffredo e Rinaldo sono personaggi di fantasia le cui origini sono basate su partecipanti di vita reale nelle Crociate.  Il personaggio più popolare è senza dubbio Orlando, la versione siciliana di Carlo Magno, nipote di Roland (Carlo Magno).

Il  “puparo” è Nino Cuticchio. Il nome sinonimo dell’antica tradizione del teatro dei pupi a Palermo, è quello della famiglia Cuticchio. Per generazioni, non solo hanno realizzato questi burattini ma hanno anche messo su spettacoli altamente qualificati.  Il lavoro del puparo non riguarda solo la recitazione ma anche la realizzazione del burattino. Si deve essere esperti falegnami, ebanisti, tornieri, burattatori ed incisori per realizzare un pupo come si deve, definito in tutte le sue parti. Un campione di armatura, per esempio, potrebbe comprendere circa 36 parti assemblate a mano. La famiglia Cuticchio continua ad essere molto numerosa, alcuni membri si dedicano a inventare nuovi spettacoli, mentre altri a costruire i burattini.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE