PartannaLive.it


Al Castello Grifeo il 45° anniversario del sisma nel Belice: programmare e realizzare

Al Castello Grifeo il 45° anniversario del sisma nel Belice: programmare e realizzare
12 gennaio
16:43 2013

Si è svolta all’interno delle Scuderie del Castello Grifeo di Partanna, la conferenza per il 45° anniversario del sisma che nel 1968 colpì tragicamente i Comuni dell’area belicina. Presenti all’incontro il Sindaco di Partanna Giovanni Cuttone, il Coordinatore dei Sindaci Nicola Catania, il Sen. Antonino D’Ali, oltre a diversi rappresentanti degli organi istituzionali e mezzi stampa.

Quest’anno, le celebrazioni nei diversi Comuni stanno avvenendo all’insegna di un maggiore ottimismo, dopo il recentissimo risultato del nuovo finanziamento di ben 45 milioni di euro, ottenuto grazie all’impegno congiunto tra il Coordinamento dei Sindaci e i Parlamentari Nazionali, che serviranno appunto ad avviare la fase di chiusura della ricostruzione nei 21 Comuni.
Al riguardo, il Sindaco Cuttone, ricordando l’impegno  profuso del Coordinamento in sinergia con i parlamentari che si sono spesi alla causa, ha dichiarato che oggi  si può realmente parlare di ripresa, di programmazione, affinchè i 45 milioni possano rappresentare speranza e futuro per uno sviluppo del nostro territorio, a fine di colmare il gap esistente con altre aree.
Il Sen.D’ Alì, ha rimarcato l’importanza di una vera progettualità organica per uno sviluppo socio-economico del territorio, mettendo da parte frantumazioni, campanilismi e diversità amministrative. Occorre sfruttare a pieno  le risorse umane e naturali della nostra area,  e  le caratteristiche produttive essenziali di essa.
Il Coordinatore Nicola Catania, ha esposto e delucidato  dal punto di vista tecnico le modalità di impiego del finanziamento. Al riguardo, una piccola parte delle risorse economiche a disposizione verrà infatti stanziata a favore di soggetti esperti, che avranno il precipuo incarico di studiare e analizzare il territorio, per mettere in atto un vero progetto territoriale, capace di creare le condizioni per uno sviluppo armonioso, alternativo al passato, che rientri nella programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2014-2020. Catania, ha inoltre puntualizzato e chiarito in merito ai criteri di utilizzo  dei 45 milioni di euro stanziati per il Belice: “i 10 milioni del primo emendamento approvato alla Camera sono esclusivamente legati all’edilizia privata, i 35 milioni, come stabilito dal comma 224, sono utilizzabili da parte delle amministrazioni, anche per la progettualità di opere pubbliche. Dunque il finanziamento è tutto per l’edilizia privata, con la parte dei 35 milioni da poter destinare anche ad opere pubbliche”.
Infine, parlando del problema delle trivellazioni nel territorio belicino, Catania ha dichiarato: “è una situazione che rappresenta una pura follia, il Coordinamento è pronto a fare le barricate e le dovute battaglie. Il Belice rischierebbe di avere un ulteriore danno, dopo quello causato dalla natura, in cui c’è poco da fare, non possiamo di sicuro aggiungere quello creato dall’uomo,  questo è assolutamente inaccettabile”. 

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in ricorrenza dell’evento commemorativo, ha inviato una lettera al Coordinamento dei Sindaci del Belice, spendendo parole preziose e di speranza. Cliccando sul seguente link è possibile visualizzare il testo completo della lettera.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE