PartannaLive.it


Partanna: Esplora Sicilia e l’N.F.C. al Castello Grifeo

Partanna: Esplora Sicilia e l’N.F.C. al Castello Grifeo
02 marzo
11:25 2013

Lunedì 04 marzo 2013 presso le scuderie del Castello Grifeo alle ore 17.30 si terrà un incontro con tutti i commercianti e i produttori di Partanna per aderire al progetto Esplora Sicilia. Il progetto ideato dall’ass. Rosalia Teri prevede l’inserimento della città di Partanna e di tutte le attività commerciali e produttive del suo territorio sul portale turistico Esplora Sicilia.

Nato alcuni anni fa, il sito web Esplora Sicilia è il secondo portale turistico sulla Sicilia più visitato dopo quello dell’assessorato della regione siciliana, oltre 50.000 visite mensili.

L’ass. Teri dichiara: “Partanna possiede un patrimonio artistico e culturale unico nel suo genere, come d’altronde tutta la valle del Belìce, è per questo che sto puntando sulla creazione di flussi turistici costanti che possano rilanciare l’economia del territorio. Per far ciò, però, è  doverosa una sinergia tra istituzioni e popolazione. Ritengo quindi fondamentale rilanciare il territorio di Partanna su un portale turistico così importante, ma vorrei anche che tutti i commercianti, produttori o ristoratori partecipassero, per dare ai turisti un’idea dettagliata dei prodotti e dei servizi presenti nel territorio di Partanna e nelle zone limitrofe. Si consideri inoltre che tutti avrebbero una pubblicità sia su scala nazionale che internazionale, perché l’intera pagina sulla nostra città verrebbe tradotta anche in inglese!”.

Durante l’incontro verrà presentato anche il secondo progetto di avanzata tecnologia informatica “N.F.C. al Castello Grifeo” che fornisce informazioni sulle opere esposte tramite smartphone .

L’idea nasce dall’ing. informatico Tommaso Raccagna, giovane partannese, che gratuitamente sta lavorando per istallare al Museo della Preistoria del basso Belìce, presso il Castello Grifeo queste nuova tecnica di fruizione interattiva e multimediale dei beni culturali esposti.

Basterà avvicinare lo smartphone al «tag» posizionato accanto ad un’opera per far aprire il suo browser web con la pagina di approfondimento: titolo e autore quando conosciuto, descrizione e interpretazione, datazione, contesto storico, ecc.

Le informazioni per ora saranno in italiano e inglese, ma il sito sarà tradotto anche in tedesco, francese e spagnolo per permettere anche ai turisti stranieri di avere una guida interattiva e multimediale.

I tag verranno istallati per alcune opere conservate nella Sala delle Armi e per dei reperti preistorici di rilevante importanza.

In questo modo il Castello Grifeo diventerà il secondo museo della Sicilia, dopo il Museo Riso di Arte Contemporanea di Palermo, ad adottare questa tecnologia all’avanguardia.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE