PartannaLive.it


Partanna: 3 candeline per l’ “Associazione Volare Club Don Gnocchi”

Partanna: 3 candeline per l’ “Associazione Volare Club Don Gnocchi”
08 maggio
11:55 2013

L’Associazione “Volare Club Don Gnocchi”di Partanna festeggia il terzo anno dalla sua fondazione.
Scopo dell’Associazione è aiutare i sofferenti e ciò valse a Don Gnocchi l’appellativo di “Padre dei mutilati”. Don Gnocchi fu cappellano militare nella tragica ritirata in Russia nel 1943, fu lì che maturò la decisione di dedicare la propria vita con coerenza e fedeltà ai sofferenti per riscattare come lui disse “il dolore innocente”.
L’associazione da lui fondata nacque ufficialmente nel 1949 e si chiamò “Federazione Pro infanzia mutilata”, da allora ad oggi ha continuato ad esistere e si occupa principalmente di promuovere attività di ricerca, assistenza e attenzione nei confronti di ogni forma di disabilità.

Ispirandosi a questi principi il 7 maggio del 2010 a Partanna, su iniziativa del professore Filippo Teri è sorta l’”Associazione Volare Club Don Gnocchi” di cui presidente è il dott. John Forte Jr e vicepresidente il prof. Nino Zarzana. Numerose le persone disabili e non che ne fanno parte, chi regalando sorrisi e solidarietà e chi traendone conforto e compagnia.
Gli incontri hanno cadenze settimanali e promuovono iniziative di integrazione sociale per chi, in seguito a malattia, è stato costretto ad abbandonare i propri “ritmi di vita” per adattarsi ad uno stato di inerzia quasi forzato.

Durante l’anniversario tutti i soci si sono riuniti a casa del prof. Zarzana, qui il presidente dott. John Forte Jr ha ricordato i momenti più significativi dell’associazione, dal giorno in cui si è costituita, nello spazio retrostante il “Santuario della Madonna della Libera”, alle attività svolte settimanalmente, ma al di là del ricordo nostalgico ha voluto sottolineare la valenza dell’associazione, ricordando quanto importante sia per chi è costretto a convivere con i postumi di eventi devastanti quali nel suo caso specifico, ictus, trovare l’amore e la disponibilità di persone che sono felici di portare sorrisi e compagnia a chi purtroppo non può più vivere la vita di prima.
Ha detto anche che qualsiasi forma di malattia va affrontata con consapevolezza e dignità e che si può continuare ad essere ancora punto di riferimento anche nella disabilità, l’importante è sapersi sempre rialzare e riprendere il cammino, poiché la vita è il bene più prezioso.
L’incontro si è concluso con lo spegnimento delle candeline e il taglio della torta.

L’Associazione Don Gnocchi sarà presente alla Festa del Sorriso, chiunque desidera regalare un po’ del suo tempo, potrà iscriversi e partecipare alle attività dei soci, regalando e regalandosi un po’ di amore.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE