PartannaLive.it


Partanna: sabato scorso ha avuto luogo la XVI Edizione del Premio di Poesia “Città di Partanna”

Partanna: sabato scorso ha avuto luogo la XVI Edizione del Premio di Poesia “Città di Partanna”
09 settembre
14:04 2013

IMG_3406Uno spiraglio di luce nell’angusta vita di provincia. Il Premio Nazionale di Poesia “Città di Partanna” è una boccata d’aria fresca per gli amatori dell’arte in genere, fiore all’occhiello di una cittadina che nella cultura trova il suo più grande riscatto. Un premio longevo e sempre più partecipato, come sottolineato da Giuseppe Tusa, presidente dell’Associazione Artistica “Il Sipario”, che da sedici edizioni ne cura l’organizzazione, affiancato da una commissione giudicatrice d’altissimo profilo culturale.

Patrocinato dall’Assessorato ai Beni Culturali e dell’Identità Siciliana e dal Comune di Partanna, l’ormai irrinunciabile appuntamento con la poesia, arte tra le più delicate e sopraffini, che la contemporaneità vorrebbe collocare nel dimenticatoio, assume dimensioni di rilievo sempre maggiore, coinvolgendo la sensibilità di voci provenienti da tutta Italia. Un richiamo irresistibile, cui non può che corrispondere un’attenzione rinnovata da parte delle istituzioni, come espresso dal neo sindaco Nicola Catania nella dichiarazione d’intenti che, sabato 8 settembre, ha aperto la premiazione: “È mia intenzione dare ancor più risalto e ampio respiro ad una manifestazione che merita”.

IMG_3408Presentata da Elena Pistillo, l’edizione 2013 ha introdotto interessanti novità per il pubblico che, nelle Scuderie del Castello Grifeo, ha preso parte ad una serata dove a farla da padrona è stata l’Arte, nelle forme della poesia, della musica e della recitazione. A interpretare i poemi premiati, gli studenti del Liceo Classico di Castelvetrano “Giovanni Pantaleo”, lettori-attori per l’occasione, accompagnati da musica dal vivo ed immagini evocative. Gli intermezzi musicali hanno visto protagoniste le voci del tenore Maurizio Indelicato e di Veronica Russo. La giuria, presieduta da Vito Piazza e composta da Merina Caracci, Domenico De Gennaro, Piero Denaro, Antonino Pellicane, Tino Traina, ha conferito i riconoscimenti, le menzioni di merito e le targhe ai vincitori, cui è andato anche un premio in denaro e copia della bella antologia 2013, ricca di considerazioni e prestigiosi attestati di stima nei confronti del Premio. Quattro le sezioni in gara: Lingua, Dialetto Siciliano, Giovani e, introdotta lo scorso anno, la sezione Racconti Brevi, con giuria presieduta da Paola La Grassa. Valore aggiunto è stato dato dalla presenza tutt’altro che scontata e marginale dei giovani, seme di speranza in un mondo che, Tino Traina ha ricordato, “vive una crisi di valori” ma “a noi che non abbiamo altra felicità che di parole – ha proseguito citando Camillo Sbarbarola poesia ricorda che esistono mondi migliori, prospettive altre, impensate ed impensabili”.

IMG_3411Vincitore della sezione Lingua, Rodolfo Vettorello, da Milano, con la poesia Una tristezza leggera, storia del lento assopirsi di un amore; nella sezione Giovani, ha trionfato il piccolo Francesco Montalbano, di Castelvetrano, con Il foglio; il primo premio per il miglior racconto breve è andato, invece, a Irene Maria Bonanno, anche lei castelvetranese, autrice del racconto Za’ Pina; Salvatore Vicari, di Ragusa, si è classificato primo nella sezione Dialetto con Puitiata, un omaggio all’arte poetica; degno di nota anche il secondo posto di Margherita Neri, da Cefalù, che con la sua Terra Niura ha tratteggiato i contorni di una Sicilia, terra “niura comu la pici ‘ncatramata” ma “bedda comu ‘na fimmina ca ti fa nèsciri lu sensu”. La terra natia è stata tra i temi ricorrenti delle liriche, così come l’incedere delle stagioni e il fuggire del tempo.

Questo è un paese senza memoria, una memoria che è qualcosa di più della semplice somma dei ricordiha ricordato Vito Piazza, presentando uno dei momenti topici: la consegna della Targa Salvatore Barbera, presidente onorario del Premio di Poesia “Città di Partanna”, cui è intitolato il riconoscimento annualmente attribuito ai partannesi distintisi per merito in campo artistico-culturale, scientifico, sociale, quest’anno conferito alla pallavolista Giusy Trinceri.

di Valentina Barresi

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE