PartannaLive.it


Salemi: domenica lo spettacolo “Ridere è una cosa seria”

Salemi: domenica lo spettacolo “Ridere è una cosa seria”
12 settembre
14:36 2014

14-settembre-teatro - CopiaContinua la rassegna estiva “Costruire visioni – centri luoghi periferie” dell’assessorato alla cultura, turismo e spettacolo del Comune di Salemi con lo spettacolo dicabaret e l’umorismo di Antonio Di Stefano, “Ridere è una cosa seria” (nella foto la locandina), il 14 settembre alle ore18.00 al Castello Normanno-Svevo.

La risata è una risorsa straordinaria in ogni momento della vita, eppure si insiste ancora a relegarla nel luogo comune e nella marginalità.

“RIDERE E’ UNA COSA SERIA”, di e con Antonio Di Stefano, biologo con la passione dell’umorismo involontario, autore di numerosi spettacoli televisivi e teatrali e di 13 libri di cui 10 negli Oscar Mondadori, è una lezione esilarante di comicità.

Con lo spettacolo, che è un susseguirsi di aneddoti e battute esilaranti, l’autore dimostra come, con un po’ di maliziosità, si può ridere di tutto ciò che ci circonda: della scuola, della sanità, dei cartelli, degli annunci, dei giornali, e persino della morte. Non mancherà il lato comico del mondo dei cognomi e si conclude con una divertente analisi sull’ironia singolare e sorprendente dei siciliani. Nell’arco di un’ora e mezza circa Antonio Di Stefano metterà in evidenza i limiti di una società che, ridendo sempre meno, ci sta dirigendo verso un futuro stressante ed incerto, per difenderci dal quale basta non prenderci troppo sul serio, sapere cogliere il lato comico dell’esperienza umana e guardare il mondo da un’angolazione diversa, poiché la realtà, oltre alle tragedie di tutti i giorni, sa essere straordinariamente comica. L’ingresso è gratuito.

Comune di Salemi

Assessorato Cultura, Turismo, Spettacolo

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE