PartannaLive.it


Il Rotary Club di Castelvetrano dona ausili didattici e giochi all’associazione di genitori “Io Comunico”

Il Rotary Club di Castelvetrano dona ausili didattici e giochi all’associazione di genitori “Io Comunico”
25 gennaio
12:18 2015

Il Rotary Club di Castelvetrano, rappresentato dal suo Presidente Gianfranco Lucentini, ha donato all’associazione di genitori “Io Comunico” giochi, ausili didattici e altri piccoli attrezzi ginnici, con i quali è stata arredata un’aula destinata ad attività programmate, per bambini autistici che frequentano l’Istituto Comprensivo Luigi Capuana.

La cerimonia di consegna è avvenuta alla presenza di numerosi docenti, genitori e soci del Rotary, nell’aula già attrezzata con i sussidi richiesti dall’associazione, e condivisi con la scuola.

La Dirigente dell’Istituto Anna Vania Stallone e il Presidente dell’Associazione Maurizio Noto, dopo un caloroso ringraziamento rivolto al Presidente Lucentini e al Rotary della città, hanno sottolineato, rispettivamente, l’importanza che assume uno spazio attrezzato, al quale potranno accedere anche altri alunni in un percorso didattico allargato, e il valore sociale di questa donazione a beneficio non solo dei ragazzi ma anche di chi ha bisogno di non sentirsi solo in un “difficile tragitto di genitori”.

Il Presidente dell’associazione Maurizio Noto e numerosi altri genitori, da anni infatti intervengono presso le Istituzioni e l’opinione pubblica, per superare la diffusa indifferenza nei confronti di una patologia infantile che interessa e condiziona la vita e il benessere di non poche famiglie, e che è possibile gestire in collaborazione e coordinamento tra Enti, Associazioni, Unità Sanitarie, Scuole e Organizzazioni sociali.

Nel trattamento e nella cura della specifica patologia dell’autismo, un importante e insostituibile ruolo è rivestito la programmazione di luoghi e attività che, utilizzando ausili e giochi didattici, favoriscono e sostengono la comunicazione, la partecipazione attiva e l’interazione con gli altri.

Da tempo ormai si privilegiano con successo tutti quei momenti, i giochi di ruolo e non solo, l’uso di strumenti e regole che facilitano lo scambio, l’azione personale e, in breve, il fare insieme e il fare accadere.

In definitiva si tratta di presupposti teorico-pratici per perseguire una auspicabile e reale autonomia e socializzazione, che metta i bambini in “relazione” con gli altri e con la realtà esterna fatta di oggetti, di attese, di cause e di conseguenze.

Testo integrale

Rotary comunicazione

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE