PartannaLive.it


Castelvetrano: carabinieri arrestano due persone responsabili di furto in concorso

Castelvetrano: carabinieri arrestano due persone responsabili di furto in concorso
03 giugno
13:28 2015

Una fruttuosa operazione di contrasto alla repressione di reati contro il patrimonio avvenuti in Castelvetrano si è conclusa nel trascorso weekend dai Carabinieri della locale Compagnia con l’arresto di due pregiudicati castelvetranesi.

A seguito, infatti, di articolate attività d’indagine intraprese successivamente ad una serie di furti perpetrati tra i comuni di Castelvetrano e Partanna si è potuto addivenire all’arresto dei due soggetti.

Si tratta di Puccio Domenico (a destra nella foto), di anni 43, sorvegliato speciale di P.S. e di Catalanotto Giuseppe Antonio (a sinistra nella foto), di anni 64, entrambi con vari pregiudizi specifici a loro carico.

La scorsa mattinata, infatti, veniva segnalato che in C/da Petrulla, agro del Comune di Castelvetrano-Selinunte, specificatamente all’interno di un casolare adibito a conservazione di ingente materiale agricolo ed utensili vari, era in atto un vero e proprio raid da parte di ignoti malfattori che mediante la forzatura di un grosso portone in legno si stavano impadronendo furtivamente di materiale ferroso di varia natura, caricandolo su un mezzo a tre ruote. L’immobile preso di mira dai ladri oltretutto risultava oggetto di sequestro preventivo con provvedimento emesso dal Tribunale di Trapani –Sezione Misure di Prevenzione per quanto concerne misure patrimoniali emessi a carico di soggetti appartenenti alla criminalità organizzata.

La tempestiva segnalazione da parte di alcuni passanti permetteva ai militari delle Stazioni Carabinieri di Partanna e Marinella di iniziare immediatamente le ricerche degli autori del furto che venivano immediatamente  rintracciati a bordo della loro Moto Ape 50 (stracolma del predetto materiale ferroso) mentre cercavano di dileguarsi tra le strade interpoderali della zona. Sebbene i due autori, alla vista delle FF.OO hanno cercato invano di giustificare la loro presenza adducendo la scusa di avere recuperato il ferro in quanto abbandonato nelle campagne limitrofe, tale tesi non ha tratto in inganno i militari anche perché la merce sottratta veniva subito riconosciuta dagli aventi diritti che giungevano, a richiesta degli operanti, per il giusto riconoscimento.

Pertanto i due responsabili venivano accompagnati in caserma e dichiarati in stato di arresto.

La competente A.G di Marsala disponeva per entrambi la misura degli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima che, svoltosi nella mattinata di lunedì 01 giugno u.s. presso il Tribunale di Marsala convalidava l’arresto applicando al Catalanotto l’obbligo di dimora nel Comune di Castelvetrano, mentre a carico del Puccio Domenico la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Testo integrale

Compagnia Carabinieri Castelvetrano

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE