PartannaLive.it


Contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti a Marsala, 2 arresti per i Carabinieri

Contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti a Marsala, 2 arresti per i Carabinieri
18 giugno
12:02 2015

Nell’ambito dell’attività di contrasto allo spaccio di droghe nel centro cittadino e nei quartieri noti per la diffusione di questa tipologia di reato, i Carabinieri hanno incrementato l’attività di controllo ai soggetti gravati da precedenti specifici per la violazione della normativa sugli stupefacenti.

Durante tale monitoraggio, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Marsala, diretta dal Ten. Federico Minicucci, al termine di una perquisizione domiciliare eseguita presso l’abitazione di ANGILERI Gisella (a sinistra nella foto), 29enne marsalese, già sottoposta agli arresti domiciliari, hanno rilevato la presenza di altri pregiudicati e di vari soggetti noti per essere assuntori abituali. Sulla scorta di questi elementi, pertanto, il Tribunale di Sorveglianza di Palermo ha sospeso il beneficio della detenzione domiciliare di cui la stessa fruiva, emettendo un ordine di carcerazione immediato in esecuzione del quale è stata tratta in arresto. Al termine delle incombenze di rito, l’ANGILERI è stata tradotta presso la casa circondariale di Trapani San Giuliano dove sconterà il periodo restante della pena cui è stata condannata per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nell’ambito delle medesime attività, inoltre, i militari delle gazzelle dei Carabinieri, sotto la guida del Maresciallo Antonio Pipitone, hanno tratto in arresto, per il reato di evasione, Giampiero PURELLO (a destra nella foto), 32enne marsalese, detenuto domiciliare. I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile, infatti, insospettiti da un continuo viavai di diversi soggetti noti quali assuntori tra la via Messina e Orlando e corso Gramsci, hanno effettuato diversi giri in quella zona e lo hanno individuato mentre stava facendo ritorno a casa, fermandolo all’interno della stessa, dopo che aveva tentato di sfuggire ai militari correndo all’interno del condominio e cercando, una volta rientrato nell’appartamento, di cambiarsi velocemente i vestiti. Purello, quindi, è stato condotto presso gli uffici di Villa Araba e, dopo gli accertamenti di rito, dichiarato in stato di arresto e portato nuovamente presso la propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida. All’esito della stessa, il Tribunale di Marsala ha convalidato l’arresto operato dai Carabinieri e disposto nuovamente la misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa dello svolgimento del processo. Avuta contezza dell’evento, però, il giudice di sorveglianza di Palermo, che aveva emesso la precedente ordinanza di detenzione domiciliare, considerata la condotta tenuta dal Purello, ha emesso un ulteriore decreto con cui è stata sospesa la misura alternativa e disposta l’espiazione della pena in regime di detenzione carceraria. In forza di tale provvedimento, quindi, il PURELLO è stato prelevato dalla propria abitazione e tradotto presso la Casa Circondariale di Trapani per poter scontare il resto della condanna a suo carico.

Testo integrale

Compagnia Carabinieri Marsala

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE