PartannaLive.it


Rapinarono un cittadino mazarese: arrestati dai Carabinieri

Rapinarono un cittadino mazarese: arrestati dai Carabinieri
25 giugno
16:24 2015

Era l’11 luglio 2014, quando un commerciante mazarese di ritorno a casa portando con sé i risparmi di una vita, veniva affiancato all’altezza della porta di ingresso della propria abitazione da due individui a bordo di un ciclomotore i quali, dopo averlo minacciato prima con una pistola e successivamente percosso con violenza, riuscivano ad asportargli complessivamente 12.000 (dodicimila) euro tenuti nella tasca dei pantaloni: ovvero i risparmi di una vita.

Immediatamente rassicurato dai militari dell’Arma, la vittima veniva invitata a riferire ulteriori dettagli circa il drammatico evento appena vissuto e proprio in caserma lo stesso riferiva di essere in grado di riconoscere i propri rapinatori. Dalle dichiarazioni rese dalla vittima ne conseguiva un’estesa e mirata attività di indagine condotta dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Mazara del Vallo, che implementarono il quadro probatorio con l’acquisizione dei tabulati delle utenze telefoniche in uso agli indagati, nonché con l’acquisizione delle immagini dei sistemi di video sorveglianza delle abitazioni prossime al luogo dell’evento. La raccolta degli elementi a carico di NOÈ Domenico (a sinistra nella foto), 41 anni, e FINAZZO Giuseppe (a destra nella foto), 35 anni, consentivano in breve tempo il loro deferimento all’Autorità Giudiziaria quali autori del delitto di rapina consumata ai danni dell’anziano commerciante.

In data odierna, nel corso della mattinata, il dipendente Nucleo Operativo e Radiomobile ha dato pertanto esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere concessa dal Giudice per le Indagini Preliminari, Dottor Vito Paladino, su richiesta del Sostituto Procuratore, Dott.ssa Giulia D’Alessandro, della Procura della Repubblica di Marsala, ed emessa nei confronti dei due soggetti, ritenuti responsabili del reato di rapina aggravata. Gli stessi dopo essere stati sottoposti a foto-segnalamento e ai rilievi dattiloscopici sono stati tradotti e associati presso la Casa Circondariale di Trapani.

Compagnia Carabinieri Mazara del Vallo

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE