PartannaLive.it


Oddo presenta Ddl per istituire l’Ente Parco di Erice

Oddo presenta Ddl per istituire l’Ente Parco di Erice
12 febbraio
14:55 2016

Il deputato regionale del gruppo PSE, on. Nino Oddo (nella foto), ha presentato all’Ars un disegno di legge sull’istituzione dell’Ente Parco di Erice. “L’obiettivo spiega il parlamentare trapanese è quello di rivalutare e far fruire in modo sinergico e integrato tutte le risorse del contesto che oggi, invece di produrre ricchezza, giacciono spesso abbandonate in un territorio unico al mondo che, per la sua storia millenaria, ha una precisa identità e un’enorme importanza culturale e turistica”.

Erice, con il Monte Giulianosottolinea l’on. Oddo nella relazione introduttiva al ddlè un luogo in cui si coniugano storia e bellezze naturali e architettoniche. Si pensi al Santuario cristiano dedicato Madonna, al tempio pagano intitolato a Venere, alle grotte con rarissimi dipinti preistorici, ai numerosi siti archeologici, testimonianza delle guerre puniche, alle antiche torri di difesa e alle svariate chiese rurali che conservano ancora oggi preziosi affreschi medioevali. Lungo le pendici del monte, con i suoi boschi e i giardini storici impiantati dal Conte Agostino Pepoli, si possono trovare rarissime piante, come ad esempio la brassica drepanensis. All’interno dell’area forestale, il museo agroforestale ospita anche animali in via d’estinzione, come l’asino di Pantelleria e il cavallo di San Fratello. Tutto questosi legge sempre nel documentosi trova immerso in uno dei contesti panoramici più belli dell’Isola, da un lato Monte Cofano con l’agro-ericino, dall’altro Trapani e le Isole Egadi. La cittadina medievale è inoltre collegata a Trapani, da alcuni anni, con una funivia che è diventata una vera attrazione turistica”.

In assenza di un provvedimento che salvaguardi il patrimonio di Erice e che eviti il progressivo isolamento dei cittadini ericini per la scarsità di servizispiega l’on. Oddosi rischia di perdere nel tempo una ricchezza di inestimabile valore naturalistico, storico, architettonico e archeologico”.

Con l’istituzione dell’Ente Parco di Erice verrebbero perseguite varie finalità:

attività di rimboschimento, creazione e gestione di apposite aree riservate a razze di animali già presenti nel territorio e di altre in via d’estinzione, sviluppo di attività sportive e ricreative, attività ricettive ed enogastronomiche, sul modello dei grandi parchi americani, che consentano iniziative turistiche nel rispetto ambientale dei luoghi, creazione di percorsi naturalistici.

Il ‘Parco di Erice’sottolinea Oddodovrà essere orientato ad uno sviluppo imprenditoriale ecologicamente sostenibile e avviare un percorso che possa riconsegnare ai soggetti interessati la responsabilità di una nuova gestione della città e della montagna puntando verso l’innovazione tecnologica per favorire un processo virtuoso per la promozione di uno sviluppo integrato e sinergico”.

Il disegno di legge consta cinque articoli nei quali vengono illustrate caratteristiche, finalità, obiettivi, norme di attuazione e finanziarie per l’istituzione dell’Ente Parco di Erice. In particolare, l’articolo 3 del ddl prevede che i criteri organizzativi e gestionali dell’Ente siano definiti da un regolamento attuativo emanato dal Presidente della Regione di concerto con il Libero Consorzio dei Comuni della provincia di Trapani e il comune di Erice. L’on. Nino Oddo avvierà nelle prossime settimane un confronto con le varie realtà che operano sul territorio per definire insieme un percorso condiviso che possa portare all’Istituzione dell’Ente Parco di Erice.

Testo integrale

Segreteria Provinciale PSI Trapani

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE