PartannaLive.it


Salemi: si è concluso il progetto “La costituzione illustrata”

Salemi: si è concluso il progetto “La costituzione illustrata”
15 maggio
17:32 2016

Presso l’istituto Tecnico  di Salemi, facente parte dell’Istituto di Istruzione Superiore “Francesco D’Aguirre Salemi – Dante Alighieri Partanna”, sotto la guida dell’artista Lidia Angelo, che ha voluto fare un omaggio alla sua scuola di origine, si è concluso il progetto “La costituzione illustrata”, ideato e curato dalla prof.ssa Patrizia Croce Angelo.

Il progetto creativo prevedeva la realizzazione di un murales lungo le pareti del corridoio interno dell’istituto, della grandezza di 30 mq circa, il cui tema è appunto “La costituzione Italiana” vista con gli occhi degli alunni dell’istituto.

Il lavoro è iniziato pro tempore con la lettura e lo studio di alcuni articoli della costituzione, in brain storming illustrato dagli stessi alunni e con dialoghi e discussioni attive in classe sull’argomento. Successivamente alla prima fase, svolta in orari curricolari dalla stessa docente di potenziamento Patrizia Croce Angelo, si è arrivati al secondo momento dove l’artista Prof. Lidia Angelo, docente di storia dell’arte e ricercatrice presso l’Università di Badajoz in Spagna, ha fatto un’attenta analisi delle bozze realizzate dagli allievi durante la lettura idealizzata degli articoli, ed ha rielaborato una bozza definitiva che racchiudeva tutte le idee degli alunni.

Si è giunti alla realizzazione del murales da parte di un “ambito classe aperto” seguito e supportato dall’artista stessa.
In questo progetto, voluto e sostenuto dalla dirigente  Francesca Accardo, si è voluto porre l’accento sull’importanza della nostra costituzione e sulla conoscenza della stessa, per formare adulti consapevoli e liberi.

L’immagine è complessa come complesso è il messaggio del Progetto, il cui obiettivo è quello di rappresentare in maniera gioiosa la Costituzione Italiana, al fine di avvicinare i discenti alla lettura.

Il punto focale della composizione è dato da una donna che rappresenta la nostra bella “Italia” prosperosa, ma in ginocchio, vestita di un semplice velo tricolore, a rappresentare la nostra bandiera; la sua lunga chioma è il concentrato spirituale delle sue virtù, e da sempre i capelli hanno rappresentato nell’iconografia classica la disponibilità, la generosità ed il riserbo della donna.

Alle spalle di “Italia” vi è l’emblema della “Repubblica”, identificativo dello Stato Italiano, adottato ufficialmente il 5 Maggio 1948.

La stella rossa a cinque punte è il più antico simbolo patrio italiano, dato che risale all’antica Grecia. E’ sovrapposta ad una ruota dentata, simbolo del lavoro, l’insieme è racchiuso da un tralcio di quercia, situato a destra, che simboleggia la forza e la dignità del popolo italiano; e da uno di ulivo situato a sinistra, che rappresenta la volontà di pace dell’Italia.
Italia ha tra le mani un libro: La costituzione Italiana, e centrale al punto di vista dell’osservatore come a volerglielo porgere .

La chioma della donna rappresenta la sua salubrità, ed è libera, a raggiera, raggiungendo così parti di spazio che grazie all’effetto 3D lasciano intravedere un cielo terso con alcuni art. della Legge Fondamentale.

La donna, inoltre, sboccia da un fiore, a simboleggiare la primavera e quindi la speranza.

Il Murales è ricco di farfalle e fiori che simboleggiano la bellezza del nostro territorio nazionale e la mitezza del clima, dando al contempo armonia ed equilibrio alla scena pittorica.

A lasciare una traccia indelebile nel tempo la Dirigente Francesca Accardo ha posto la prima firma, a seguire quelle degli alunni che hanno partecipato al progetto che creano una linea del tempo armonica e fluida.

Per la disponibilità e fiducia accordata si ringrazia Il Dirigente Scolastico Prof.ssa Francesca Accardo.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE