PartannaLive.it


Come si vota, gli errori da evitare alle elezioni 2018

Come si vota, gli errori da evitare alle elezioni 2018
01 marzo
11:30 2018

Dove si deve mettere la crocetta? Dove non si deve mettere? Perchè non si deve mettere la scheda nell’urna? Tutte le cose da sapere per non commettere errori.

Le elezioni si avvicinano, ma questa volta con una nuova legge elettorale: il Rosatellum. E’ importante informare l’elettore sulle cose da non fare per evitare che il voto venga annullato. Con la nuova legge elettorale sono, infatti, state introdotte nuove disposizioni che bisogna conoscere onde evitare che uscendo dalla cabina elettorale si venga assaliti da un insopportabile mal di pancia dovuto all’errore commesso.

Non si può fare il voto disgiunto.

E’ bene ribadire che non è consentito il voto disgiunto (cioe segnare simbolo e candidato di partiti diversi), né per la Camera dei Deputati, né per il Senato della Repubblica; attenzione perchè si rischia di aver annullato il voto.

NON si deve quindi tracciare il segno sul rettangolo che contiene il nome (o sul nome stesso) del candidato uninominale e anche sul simbolo di una lista che non sia collegata al candidato. In altre parole se mettiamo la crocetta sul nome del candidato X che appartiene al partito Y e pure al partito Z il voto è nullo. Non fate così:

Fac-Simile scheda Elettorale Ministero dell’Interno, modificata da esempio

Inoltre è importante ricordare che di fianco al simbolo del partito vi sono altri nomi di candidati, fino a 4 e sono quelli nei singoli listini proporzionali e sono al fianco dei singoli simboli delle liste di appartenenza.

Come detto precedente sono fino a 4 e quindi non si può votare il singolo candidato, ma va barrato SOLO il simbolo del partito dando il voto a tutti e 4 i candidati.

Fac-Simile scheda elettorale, Ministero dell’Interno.

Importante e non da sottovalutare, sbagliare è LECITO.

Può sembrare strano, ma se subito dopo il voto in cabina elettorale ci si rende conto di aver sbagliato, si può ritentare. Si può cioè chiedere al presidente di seggio di sostituire la scheda, la scheda sbagliata sarà messa tra quelle deteriorate e si potrà votare nuovamente.

Ricordatevi il Documento e la Tessera Elettorale

NON si può votare se si ci presenta al seggio elettorale con un documento di identità NON VALIDO. Può anche essere scaduto, ma l’importante è che abbia la fotografia, che sia stato rilasciato dalla pubblica amministrazione, da un Comando Militare o da un ordine professionale riconosciuto. Se invece, avete effettuato la richiesta per la carta d’identità elettronica e non vi è ancora stata rilasciata entro il 4 Marzo, basta la ricevuta dell’avvenuta consegna.

Cosa altrettanto importante è portare con se la Tessera Elettorale. Di solito è quasi una caccia al tesoro ritrovarla, ma ricordatevi che in caso di smarrimento o se gli spazi della certificazione del voto fossero pieni bisogna recarsi all’Ufficio Elettorale del proprio comune per poterla richiedere. Consiglio di non aspettare fino all’ultimo, anche se il giorno del voto, domenica 4 marzo gli uffici saranno aperti dalle 7 alle 23. Secondo le diaposizioni della Prefettura potete richiedere una nuova scheda anche il 2 e il 3 marzo dalle 9 alle 18.

Non si vota il Sabato

Per la prima volta dopo 16 anni non si vota il sabato, ma le elezioni si svolgeranno solamente nella giornata di Domenica 4 Marzo dalle 7:00 alle 23:00. Dunque non presentatevi il Sabato con l’intento di votare!

Non portatevi la matita da casa

Non potete portarvi matite, penne, pennarelli o quant’altro da casa, ma dovete votare solamente con la matita copiativa che vi viene data nel Seggio Elettorale prima di entrare nella Cabina Elettorale. A differenza di una delle tante bufale che sono state lanciate durante il Referendum del 2016 il vostro voto non verrà cancellato. Se invece commettete l’idiozia di votare con penne o matite differenti da quelle che vi vengono date nel Seggio Elettorale il vostro voto verrà annullato; ricordate anche che non potete uscire dal Seggio Elettorale senza aver consegnato la matita copiativa. Rubare la matita copiativa è reato!

Non si deve più inserire la scheda nell’urna

C’è chi già non lo faceva quindi la consegnava al presidente del seggio, oppure chi la imbucava all’interno dell’urna.

Le nuove schede non vanno più inserite dentro l’urna perchè hanno un’appendice rimovibile cosidetto “tagliando antifrode“. Il nuovo sistema serve a evitare che avvenga il cosiddetto voto di scambio. Ora, infatti, si verifica che la scheda consegnata sia effettivamente quella usata dall’elettore. In questo modo è più difficile introdurre schede pre-votate o contraffatte e farne uscire altre dal seggio. Questa pratica illegale consente di attestare che il voto sia avvenuto come indicato, in cambio di favori, denaro o minacce.

Dunque uscendo dalla cabina elettorale, piegate le schede (Sono due se avete più di 25 anni), non staccate il tagliando perchè viene rimosso dall’addetto dopo aver controllato che il numero riportato sulla scheda corrisponda a quello annotato sul registro prima di consegnarvi le schede. A quel punto questa persona stacca il tagliando, che viene conservato. Il presidente di seggio, infine, inserisce nell’urna la scheda.

Niente cellulari e armi

Sempre per evitare il voto di scambio è vietato introdurre cellulari nella cabina elettorale ed è ovviamento vietata qualsiasi foto o video al suo interno. Anche le armi sono vietate anche se si dispone di un legale porto d’armi.

Niente minori in cabina

L’elettore non può portare nella cabina elettorale uno o più minori. Ci si entra da soli. A meno che non si tratti di voto assistito, previsto per chi è materialmente impedito di esprimere il voto autonomamente.

 

Appassionato di informatica sin da quando era piccolo, gli piacciono i film e le serie Tv Sci-Fi, colleziona manga e fumetti.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE