PartannaLive.it


Salemi, Pale eoliche di San Ciro: Decibel oltre i limiti di legge, ma le eliche continuano a girare

Salemi, Pale eoliche di San Ciro: Decibel oltre i limiti di legge, ma le eliche continuano a girare
16 giugno
11:13 2018

Non si placano le polemiche sulla presenza delle pale eoliche a Salemi, precisamente in contrada San Ciro. Nonostante le continue lamentele dei residenti e l’intervento del noto programma televisivo “Striscia la notizia” le cose non sembrano essere cambiate. Eppure la relazione fornita lo scorso dicembre dall’Arpa sembra essere molto chiara sulla questione. Il Comune di Salemi ne ha di fatto richiesto l’intervento a seguito di alcune obiezioni emerse dal Comitato contro le Pale eoliche, riguardanti il mancato VIA (Valutazione Impatto Ambientale) che avrebbe dovuto valutare l’impatto acustico dell’impianto sull’ambiente circostante, attraverso delle indagini fonometriche, prima delle installazioni. A questo si aggiunge anche la questione sulle dimensione delle mini pale, che di “mini” non avrebbero nulla (essendo alta una 48 metri e l’altra 41) ed infine la distanza che intercorre tra le due “strutture” e le abitazione dei residenti (che non dovrebbe superare i 200 metri ma che in realtà è meno di 150 m).

Le conclusione a cui l’Arpa giunge però non fa altro che rafforzare la tesi del comitato e dei cittadini interessati dal “terribile” frastuono. Sull’indagine di 27 giorni condotta dal 21 settembre 2017 al 17 ottobre 2017, che ha visto l’installazione (mirata all’individuazione del disturbo sonoro derivante dalla pala) di due centraline, poste una vicino all’abitazione della signora Antonia Terranova e l’altra vicino a quella della signora Lucia Barone, entrambi residenti in contrada Pietrazzi, i risultati parlano chiaro. È infatti emerso che in particolari condizioni di vento la pressione sonora emessa dalla turbina eolica aumenta.

Su 27 giorni di indagini 26 giorni superano i limiti di 50 decibel previsti per legge nelle ore notturne. In quelle diurne invece su 27 giorni 24 superano il limite massimo di 60 decibel (questa rilevazione è riferita alla centralina posta vicino all’abitazione della signora Terranova). Per quanto concerne quella relativa all’abitazione della signora Barone, nella fascia notturna su 23 giorni di monitoraggio 21 risultano superiori al limite di 50 decibel, mentre nelle ore diurne su 21 giorni di rilevazione 15 superano i 60 decibel.

Nonostante i dati oggettivi forniti dall’Arpa però le pale sono attualmente funzionanti, provocando rumori fastidiosi non solo all’area circoscritta del quartiere San Ciro (è bene sottolinearlo) ma che in alcune aree urbane a ridosso della zona interessata. In realtà in questo momento una pala risulta inattiva, ma per motivi tecnici, nulla a che fare con le lamentele dei cittadini.

Nei prossimi giorni si aspetta una relazione tecnica da parte dei periti della Procura, aggiungendo così un ulteriore tassello ed aspettando eventuali risvolti su quella che sembra ormai una “storia infinita”.

Amante della scrittura, abile disegnatrice, scrive per “Il Giornale di Sicilia”. Si definisce una ragazza con la testa tra le nuvole ma con i piedi ben piantati per terra.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE