PartannaLive.it


Mafia: sequestrati beni per 60 milioni di euro a Savalle. È ritenuto vicino al Boss

Mafia: sequestrati beni per 60 milioni di euro a Savalle. È ritenuto vicino al Boss
02 agosto
10:37 2018

Un impero da oltre sessanta milioni di euro, tra beni immobili e disponibilità finanziarie, è stato sequestrato a Giovanni Savalle, esperto fiscale-tributario e imprenditore del settore alberghiero e immobiliare ritenuto vicino al boss latitante Matteo Messina Denaro. L’operazione è stata condotta dalla Guardia di Finanza di Palermo e dai Carabinieri del Ros.

L’inchiesta che ha portato al maxi sequestro è stata coordinata dalla Dda di Palermo. Il provvedimento è stato disposto dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Trapani.

Per la finanza Savalle, ragioniere iscritto all’albo dei commercialisti e imprenditore alberghiero – suo il resort Kempisnky di Mazara del Vallo – sarebbe uno dei “tesorieri” del superlatitante Matteo Messina Denaro.

Recentemente è stato rinviato a giudizio per falso in bilancio in concorso con il titolare del laboratorio di analisi e ambulatorio palermitano Locorotondo. Gli inquirenti hanno trovato Savalle di ritorno dalla Svizzera con documenti che fanno pensare all’apertura di una serie di conti esteri.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE