PartannaLive.it


Partanna, Ufficio del Giudice di Pace: Amari e Bianco chiedono sostegno all’Unione dei Comuni

Partanna, Ufficio del Giudice di Pace: Amari e Bianco chiedono sostegno all’Unione dei Comuni
31 agosto
17:00 2018
PARTANNA – Durante il Consiglio Comunale, tenutosi il 30 agosto, il Vice Presidente del consiglio (in qualità di consigliere ndr.) Mimma Amari unitamente al consigliere Maria Bianco, entrambi avvocati, avendo riscontrato delle problematiche nella sezione dell’Ufficio di pace di Partanna, hanno presentato all’Amministrazione un’interrogazione indirizzata oltre che al Presidente del Tribunale di Sciacca anche a tutti i sindaci facenti parte dell’Unione dei Comuni della Valle del Belice (Partanna, Salaparuta, Poggioreale, Gibellina, Santa Ninfa).
A seguire il testo dell’interrogazione:
«Premesso che l’Ufficio del Giudice di Pace di Partanna è oggi un presidio di legalità importante per il nostro territorio nonché per i Comuni facenti parte dell’Unione dei Comuni della Valle del Belice, soprattutto a seguito della chiusura della Sez. Distaccata del Tribunale di Marsala, avvenuta con la riforma ed il riordino delle circoscrizioni giudiziarie adottate dal legislatore.
Premesso che il Comune di Partanna, si è impegnato ad assicurare a proprie spese il personale ed i locali, per il mantenimento dell’Ufficio, del quale veniva prevista la chiusura in seguito ai tagli della spesa pubblica attuati dal governo nazionale.
Premesso che anche i Sindaci dei comuni limitrofi, che rientrano nella medesima circoscrizione giudiziaria, si erano impegnati, ad oggi soltanto verbalmente, al mantenimento dell’Ufficio del GdP.
Tutto ciò premesso occorre segnale che la carenza di personale idoneo e correttamente abilitato e formato allo svolgimento delle mansioni di tale Ufficio, oggi i dipendenti che assolvono queste funzioni non sono stati preventivamente formati, ha determinato nel tempo un costante disservizio di fatto provocando rallentamenti e ritardi nell’amministrazione della giustizia, disagi, soprattutto nel mese di luglio 2018, nella trattazione delle udienze penali, disagi e disservizio nelle cancellerie dove si assiste spesso nelle concrete difficoltà del personale ad accettare e depositare atti, costringendo gli avvocati a recarsi direttamente presso il Tribunale di Sciacca.
Considerato che da giorno 3 Settembre c.a. riprenderà a pieno ritmo l’attività giudiziaria di tale ufficio, si interroga:
– codesta Amministrazione sulle intenzioni e soluzioni al fine di garantire un effettivo servizio dell’Ufficio del GdP; 
-se l’Amministrazione ha provveduto a chiedere al Presidente del Tribunale di Sciacca un corso di formazione per i dipendenti che intende assegnare e/o ha già assegnato a tale Ufficio;
– se ha sollecitato i Sindaci dei Comuni che usufruiscono di tale presidio, a collaborare fattivamente al fine di garantire il mantenimento dell’Ufficio del Giudice di Pace di Partanna.
Si chiede l’invio di tale interrogazione al Presidente del Tribunale di Sciacca, nonché ai Sindaci dei seguenti comuni: Santa Ninfa, Gibellina, Salaparuta, Poggioreale.
Si chiede la trattazione in Consiglio Comunale ed altresì risposta orale e scritta.»
I due consiglieri infine hanno chiesto al Presidente del Consiglio di fissare, un appuntamento con il Presidente del Tribunale di Sciacca, al fine di interloquire con lo stesso sulla vicenda.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE