PartannaLive.it


Partanna, disagi per la mancanza di acqua. Le segnalazioni e l’ira di alcuni cittadini

Partanna, disagi per la mancanza di acqua. Le segnalazioni e l’ira di alcuni cittadini
29 novembre
17:11 2018

Tra segnalazioni e proteste il servizio idrico a Partanna stenta a tornare nella normalità. Alcune zone del Comune sono infatti ancora prive del prezioso liquido, con notevoli disagi tra le famiglie residenti.

Già in un precedente articolo era stato segnalata la mancanza di acqua a Vallesecco, dove, in una specifica zona manca da mesi l’acqua. Situazione quest’ultima che ha costretto uno dei residenti Vincenzo Recupero a sporgere querela al Comando dei carabinieri per interruzione di pubblico servizio. Recupero si era rivolto sia al Prefetto di Trapani lamentando non soltanto le conseguenti difficoltà alla mancata ricezione del liquido, ma il rimpallo di responsabilità tra Eas e Comune.

«Già qualche mese fa – scrive ora Recupero –  ho segnalato che a Vallesecco non arrivava più una goccia d’acqua. Ormai non si contano più  i giorni e i mesi privi del prezioso liquido che è assolutamente vitale per la nostra esistenza. A nulla sono valse le proteste, le preghiere, le denunce alle diverse autorità. Ma la cosa che fa più male, come cittadino partannese è l’assoluta mancanza di sensibilità da parte del sindaco che con una allargata di braccia e un’alzata di spalle dice che non può farci niente. Ormai da tempo mi sono convinto che i cittadini di Vallesecco non sono cittadini partannesi come sono altresì convinto che se si fosse trattato di un appalto, di un evento e quant’altro a quest’ora sarebbe stato già risolto. Personalmente ho risolto il problema comprando l’acqua a caro prezzo. Qualche mio vicino ha pensato di lasciare la casa e trasferirsi in paese. Ribadisco che siamo in presenza di un reato penale quale è l’interruzione di pubblico servizio per cui mi si permetta almeno di concludere: E’ UNA VERGOGNA !!!!»

Alle rimostranze di Recupero si unisce un altro cittadino, F.V., che segnala: «Da una settimana che non arriva ai nostri rubinetti l’acqua erogata dall’Eas. Interpellati dal sottoscritto circa il disservizio creato, i responsabili dell’Eas di Partanna hanno giustificato la parziale fornitura da parte di Siciliacque in tutto il territorio della provincia di Trapani. Si chiede quali passi abbia fatto l’attuale amministrazione comunale per risolvere il suddetto disservizio. GRAZIE!»

Sulla vicenda abbiamo chiesto la replica all’Amministrazione la quale, intanto in un comunicato stampa spiega: “Dopo un’intensa attività, numerose missive anche dai toni duri e una serie di colloqui intercorsi negli ultimi giorni con il commissario liquidatore, l’Eas ha ripristinato la fornitura d’acqua portandola già da ieri ai normali livelli di afflusso. Siamo molto preoccupati per la delicata questione Eas – afferma Catania – e per i risvolti negativi che anche in futuro potrebbero portare a possibili ulteriori disservizi per gli utenti. Per questa ragione già oggi pomeriggio ci sarà una riunione in Prefettura con i sindaci del territorio, il commissario liquidatore Eas e il prefetto Darco Pellos per trovare soluzione ad eventuali problemi che potrebbero venire a crearsi”.

Un’altra nota stampa è stata diffusa dal gruppo di minoranza Cambia Partanna: “Così come comunicatoci, in questa fase è possibile tamponare le emergenze recandosi presso l’ufficio tecnico in Via XX Settembre e facendo richiesta di usufruire di un carico d’acqua gratuito fornito grazie all’automezzo comunale”.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE