PartannaLive.it


Alla riserva di Rampinzeri il II workshop”Gypworld”. Un progetto internazionale di ricerca sugli ecosistemi gessosi

Alla riserva di Rampinzeri il II workshop”Gypworld”. Un progetto internazionale di ricerca sugli ecosistemi gessosi
10 Aprile
19:30 2019

Si è svolta giovedì 4 aprile a Santa Ninfa, in aree della Riserva Naturale e del Sito Natura 2000, l’escursione di campo del II workshop internazionale “Gypworld”, un progetto internazionale di ricerca sull’ecologia degli ambienti gessosi.

Il workshop, la cui parte teorica si è tenuta a Reggio Calabria dall’1 al 3 aprile, ha visto la partecipazione di 40 ricercatori provenienti da diversi Paesi (USA, Australia, Turchia, Iran, Spagna, Messico, Svizzera), al lavoro per indagare la complessa ecologia ed evoluzione della flora e dei licheni sulle aree gessose, cercando di individuare in particolare i meccanismi adattativi della vegetazione caratteristica degli affioramenti rocciosi e le risposta delle comunità gipsicole ai cambiamenti climatici; un focus del workshop è stato dedicato alla tutela di questi delicati ecosistemi ed alla divulgazione ambientale.

L’escursione è stata preceduta da una presentazione scientifica sulle aree carsiche gessose siciliane, tenuta la sera del 3/04 dalla dott.ssa Giuliana Madonia (Università di Palermo, Dipartimento di Scienze della Terra e del Mare) e dal dott. Salvo Pasta (CNR di Palermo). La mattinata del 04/04 è stata interamente dedicata alla scoperta dei siti gessosi di Santa Ninfa ubicati nelle c.de Castellaccio, Grotta e Biviere, scelti dalla Riserva Naturale per le loro caratteristiche geologiche e naturalistiche e per il loro elevato stato di tutela. I partecipanti si sono successivamente spostati per il pranzo al Castello di Rampinzeri, dove hanno potuto apprezzare il Centro Esplora Ambiente della Riserva Naturale; infine il gruppo si è spostato verso la Riserva Naturale Grotta di Entella per proseguire l’escursione di campo.

Siamo molto orgogliosi che le aree della Riserva e del Sito Natura 2000 di Santa Ninfa siano state scelte per questa escursione scientifica di rilievo internazionale” – ha affermato la dott.ssa Giulia Casamento direttore della Riserva Naturale gestita da Legambiente – “si tratta di aree che rivestono un interesse scientifico e naturalistico eccezionale, un vero e proprio laboratorio a cielo aperto di geologia ed ecologia, e l’Ente Gestore Legambiente da anni sta lavorando per la sua tutela e la sua valorizzazione; siamo certi che la partecipazione al workshop ci porterà ulteriori positivi risultati”.

La Riserva Naturale “Grotta di Santa Ninfa”, affidata in gestione a Legambiente Sicilia, ricade in un vasto altopiano carsico di notevole interesse geologico, paesaggistico e naturalistico, oggi tutelato dall’Unione Europea come “Sito Natura 2000”. La Riserva tutela gli ambienti ipogei della Grotta, ricca di splendide concrezioni gessose e carbonatiche, e la Valle del Biviere, caratterizzata da interessanti aspetti di vegetazione naturale (gariga, vegetazione ripariale, flora rupestre) in gran parte legati agli affioramenti gessosi. Nella Riserva e nel Sito Natura 2000 sono diffuse suggestive forme carsiche superficiali: doline, conche chiuse formate dallo scioglimento delle rocce ad opera dell’acqua piovana; inghiottitoi, stretti imbuti che convogliano le acque piovane nel sottosuolo contribuendo alla formazione delle grotte; karren, piccole scanalature sulle trasparenti e candide rocce gessose.

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Il cittadino Segnala

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE