PartannaLive.it


Concorso scuola pubblica: il 25 Settembre la pubblicazione del bando

Concorso scuola pubblica: il 25 Settembre la pubblicazione del bando
23 settembre
21:41 2012

Saranno 11.542 i posti messi a disposizione nel prossimo concorso per l’insegnamento nella scuola pubblica voluto dal ministro Francesco Profumo, di cui 7.351 con presa di servizio nel 2013-14 e 4.191 nel 2014-15. Lo ha annunciato il ministro nel corso dell’audizione alla Commissione Cultura della Camera dei Deputati.
La pubblicazione del bando “è prevista per il 25 settembre, la prova di preselezione si terrà a dicembre, e nel nuovo anno si svolgeranno le altre. Questo affinché il concorso possa essere chiuso entro l’estate”. Le iscrizioni alla fase di preselezione e l’esecuzione del quiz di dicembre “saranno online, cosa che – osserva il ministro – limita di molto il costo del concorso, che ammonterà a un milione di euro complessivi”.

I circa 20.000 partecipanti siciliani, che a dicembre si contenderanno i posti dovranno vedersela con un quizzone di 50 domande da svolgere in 50 minuti: Sette quesiti saranno di carattere informatico, 7 linguistico, 36 logico-deduttivo. Per chi passa la preselezione ci saranno due prove di competenza e una terza di attitudine. La prima prova, scritta, consisterà in una serie di quesiti a risposta aperta. La seconda, orale, sarà una lezione tenuta dai candidati su un argomento designato dalla commissione, della durata di 30 minuti, su temi di varia natura, disciplinare, di legislazione scolastica e di lingua, e, per la scuola primaria, con l’obbligo dell’inglese”.

Un posto su sette del prossimo concorso andrà agli insegnanti siciliani.
In Sicilia, quasi metà dei posti (610 in tutto) andranno ai concorsi per la scuola dell’infanzia e primaria, cui potranno accedere gli abilitati, i laureati in Scienze della Formazione e anche i diplomati dei “vecchi” istituti magistrali che hanno conseguito il diploma entro l’anno scolastico 2001/2002.
La restante parte è destinata alle 24 classi di concorso della scuola media e superiore, per le quali il Ministero ha deciso di aprire le porte del reclutamento, e al sostegno cui andranno 131 posti.
Per accedere ai concorsi della scuola secondaria di primo e di secondo grado, occorrerà essere in possesso dell’abilitazione all’insegnamento o di una laurea
del vecchio ordinamento conseguita entro l’anno 2001/02, per i corsi di studio quadriennali, 2002/03 per quelli quinquennali e 2003/04 per quelli di sei anni di durata.

Tre settimane prima del quizzone, previsto per dicembre prossimo, che opererà una prima scrematura dei partecipanti al concorso, il ministero pubblicherà sul proprio sito una batteria di 3 mila e 500 quiz, sui quali potranno esercitarsi gli aspiranti insegnanti, dai quali saranno estratte le 50 domande della prova. L’obiettivo è quello di concludere l’intera procedura entro il mesi di agosto del 2013 per potere immettere in ruolo i primi vincitori di concorso.
L’assegnazione di tutti i posti messi a concorso è garantita: potrà avvenire in un solo anno o in più anni, dipende dai posti che lasceranno vacanti i docenti che andranno in pensione.
Coloro che supereranno tutte le prove, ma rimarranno fuori dai posti assegnati dal ministero, non avranno neppure la possibilità di ottenere l’abilitazione all’insegnamento.
Il concorso prevede anche una prova scritta semi strutturata, composta da una serie di quesiti a risposta aperta, e da una prova orale che avrà come novità la simulazione di una lezione in classe.

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE