PartannaLive.it


Giacomo Scala si difende dalle accuse: Nessuna truffa da parte mia

Giacomo Scala si difende dalle accuse: Nessuna truffa da parte mia
22 settembre
11:43 2012

Giacomo Scala non ci sta e risponde alle accuse piovutegli addosso, ipotizzate a suo carico, diffuse ieri attraverso la stampa, in merito all’ indagine su dei presunti errori nell’ accredito di alcune somme ad opera del Consorzio tra Comuni denominato GAL (Gruppo di Azione Locale).

Scala, attualmente Presidente dell’ANCI Sicilia e probabile candidato alle prossime elezioni regionali nelle fila del PD,  commenta così la notizia dell’inchiesta in cui risulta indagato per truffa:  ”Appare singolare ed inquietante che tale notizia venga illegalmente diffusa a due giorni dalla direzione regionale del mio partito che dovrà ratificare le liste dei candidati per il rinnovo del Parlamento Regionale, dove sono candidato. Mai il sottoscritto all’interno di detto consorzio ha rivestito alcuna carica nè formale nè sostanziale. Che durante il periodo della mia sindacatura per quella che è la mia conoscenza il Gal non ha mai ricevuto accrediti di somme. Pertanto non riesco a capire e immaginare che truffa o distrazione potrei aver commesso non avendo ne la carica/funzione nel consorzio ne la disponibilità ad amministrare eventuali risorse”

Scala ha già dato mandato ai suoi legali di presentare un esposto, allo stato contro ignoti, per il reato di rivelazione di segreto d’ ufficio a tutela della segretezza delle indagini, della sua persona, e del lavoro dei magistrati della Procura di  Trapani verso i quali dichiara di nutrire la massima fiducia.

 

 

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE