PartannaLive.it


Messina: timbra il cartellino al comune e lavora nell’edicola della moglie

Messina: timbra il cartellino al comune e lavora nell’edicola della moglie
08 dicembre
12:55 2012

Un 48enne messinese è il protagonista di uno dei più comuni malcostumi italiani: “doppio lavoro, naturalmente incompatibile ma soprattutto illegale, consistente nel binomio dipendente comunale-altro lavoro”. L’uomo lavorava come autista al Comune di Messina e quotidianamente, dopo aver timbrato il cartellino al Comune, si recava all’edicola della moglie per aiutarla nella vendita di riviste e altro. Poco dopo mezzogiorno, lo stesso rientrava al Comune per svolgere la sua attività lavorativa, consistente nella consegna dei comunicati redatti dall’ufficio stampa del Comune alle varie redazioni giornalistiche ma anche alle forze dell’ordine ed in vari uffici cittadini. Nei confronti dell’autista è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare. Si trova adesso agli arresti domiciliari con l’accusa di truffa.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE