PartannaLive.it


Extracomunitario stupra cani e danneggia aziende agricole

Extracomunitario stupra cani e danneggia aziende agricole
05 febbraio
21:12 2013

Un 32enne marocchino, della provincia di Ragusa, è stato arrestato con un accusa che, forse almeno in Sicilia, non ha precedenti: violenza sessuale su animali. L’extracomunitario risulta essere colpevole di una serie di episodi avvenuti negli ultimi mesi nelle campagne ragusane: violenze sessuali su cani e danni vari provocati ad aziende agricole. L’ultimo fatto, che ha portato all’arrestato dell’immigrato, è la sevizia ai danni di una cagna di taglia media, messa in atto dall’uomo per sfogare i suoi particolari istinti; istinti che, secondo quanto accertato dai Carabinieri, lo rendono un soggetto socialmente pericoloso. Quindi, l’uomo è ritenuto responsabile di altri episodi simili avvenuti in altri terreni delle zone ragusane, per un ammontare di danni provocati alle aziende agricole di circa 30mila euro. Nello specifico, il marocchino si è reso responsabile di razzie e danneggiamenti in tre aziende agricole tra Vittoria ed Acate, riuscendo a farla franca, almeno fino ad oggi. L’immigrato metteva fuori uso le telecamere di sorveglianza, ma nell’ultima razzia ne ha tralasciato una, che ha ripreso tutto, comprese le sevizie alla cagna, inchiodandolo alle proprie responsabilità. Il marocchino aveva lavorato in questi posti, ma poi fu licenziato per il suo scarso rendimento e l’eccessiva passione per l’alcol. Il clandestino, dunque, agiva per vendetta, avendo pure rubato dalle aziende oggetti di valore trovati dai militari nel casolare abbandonato dove viveva.

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE