PartannaLive.it


Santa Ninfa: Coquelicot Mafille realizzarà i suoi murales nell’ambito del progetto “I Art”

Santa Ninfa: Coquelicot Mafille realizzarà i suoi murales nell’ambito del progetto “I Art”
11 aprile
11:44 2015
Coquelicot Mafille

Coquelicot Mafille

Si chiama Coquelicot Mafille. È l’artista italo-francese che sta effettuando un periodo di residenza a Santa Ninfa nell’ambito del progetto «I Art», che coinvolge trenta comuni della Sicilia. In questo periodo, che si concluderà il 22 aprile, l’artista realizzerà dei murales in città. Dalla prossima settimana e fino al 20 aprile, sarà possibile vederla in azione mentre realizza le sue opere ispirandosi all’arte del ricamo.

Coquelicot Mafille ha realizzato mostre in tutta Europa e murales in Francia e a Milano, città dove vive da diversi anni. Il suo lavoro prende spunto dal ricamo, che lei stessa pratica.

In programma una manifestazione conclusiva, probabilmente per il 19 aprile, nella quale l’artista presenterà alla cittadinanza il lavoro realizzato. «Sono felicecommentadi essere capitata qui e di avere incontrato persone gentilissime e disponibili, che mi stanno aiutando a fare di questa residenza una bella esperienza: da chi mi ospita, alla bibliotecaria, all’assessore alla Cultura, per finire con le altre donne del paese. Ci ho messo un po’ di tempo a decifrare il funzionamento di questa comunità e ora che si avvicina la mia partenza mi dispiace dovermene andare; per tutto ciòconcludesono felice di lasciare qui i miei ricami murali».

A seguire il progetto «I Art» sono anche Giulia Scalia, storica dell’arte e responsabile delle attività del progetto per Santa Ninfa, e Alessandra Montalto, esperta di tradizioni popolari.

(Nella foto in alto l’artista e il team al completo, da sx: Alessandra Montalto, Giulia Scalia, l’artista Coquelicot Mafille e l’assessore alla Cultura Silvana Glorioso)

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE