PartannaLive.it


La segreteria del Senatore Antonio d’Alì ha incontrato gli operatori della sanità

La segreteria del Senatore Antonio d’Alì ha incontrato gli operatori della sanità
13 marzo
11:52 2016

S’è tenuto ieri alla Camera di Commercio di Trapani un incontro con gli operatori della sanità organizzato dalla segreteria del Senatore Antonio d’Alì. S’è discusso dei problemi legati a questo settore e che affliggono il territorio. Dal dialogo sono emersi numerosi spunti che sono stati sottoposti ai deputati regionali Edy Bandiera e Bernadette Felice Grasso, quest’ultima peraltro componente della Commissione sanità dell’Ars. Al tavolo dei relatori erano presenti anche il componente del consiglio provinciale dell’Ordine dei medici Guido Faillace e il presidente del collegio Ipasvi di Trapani, Filippo Impellizzeri che hanno esposto il loro punto di vista sulle difficoltà che caratterizzano il servizio sanitario locale.

Il Senatore d’Alì (nella foto) ha prospettato nelle linee generali quelli che sono i problemi più evidenti legati soprattutto al tema delle strutture. «Chi governa deve assicurare una sanità snella ed efficiente ha detto -. Sulle strutture, ritengo sia fondamentale promuovere al più presto un’indagine sul patrimonio immobiliare inutilizzato e nella disponibilità dell’Azienda Sanitaria Provinciale. Penso sia poi importante concentrarsi sul servizio della radioterapia che in una provincia di 420.000 abitanti come la nostra dovrebbe essere presente per legge in almeno due punti. A Trapani siamo inoltre dotati di una rete ospedaliera sottodimensionata con medici e paramedici impegnati a sopperire a lacune strutturali e di personale. In tal senso, delle 971 assunzioni promesse dall’Assessore Gucciardi bisogna comprendere quante saranno nuove e quante altre legate invece a stabilizzazioni di precari o procedure di mobilità».

Dalla discussione sono emersi altri punti nevralgici del sistema sanitario. Ad esempio la mancata realizzazione nel territorio di Trapani-Erice dell’elisoccorso, tema del quale si discute da anni; l’utilizzo scarso o addirittura spesso mancato delle attrezzature sanitarie che richiederebbe un’indagine finalizzata al riutilizzo della loro valorizzazione; le liste di attesa infinite per le visite specialistiche; l’assistenza territoriale al cittadino che potrebbe aver prestate alcune cure mediche direttamente a domicilio; la razionalizzazione delle spese e l’individuazione degli sprechi al fine di ottenere servizi più efficienti; il corretto utilizzo dei fondi europei dai quali spesso non si attinge nonostante siano stanziati proprio per essere utilizzati.

I deputati Bandiera e Grasso, confermando le loro perplessità in ordine all’attuale gestione della sanità da parte del Governo regionale, hanno preso atto delle istanze e delle criticità emerse nel corso della discussione rendendosi disponibili sin da sùbito a cercare delle soluzioni nel corso della loro attività parlamentare.

Quello con gli operatori è soltanto il primo degli incontri riguardanti l’emergenza sanità. Prossimamente il Senatore d’Alì incontrerà i cittadini per comprendere quelli che sono i problemi del settore visti dalla loro prospettiva.

Ufficio Stampa e comunicazione Senatore Antonio D’Alì

Commenta qui:

Vuoi essere informato sulle ultime notizie del giorno e ricevere tutti gli aggiornamenti sui fatti del tuo territorio?

Metti "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook oppure "Segui @Partanna_Live" su Twitter.

Articoli correlati

Seguici su Facebook

Gli amici dell’AVIS Partanna:

ARCHIVIO DELLE NOTIZIE